Roma, 27 Gennaio 2015

DA: Pietro Sabato, Presidente Nazionale del Partito Italiano Nuova Generazione.

A: ANSA ed ai Maggiori quotidiani Nazionali ed Internazionali.

 

Oggetto: Per non dimenticare, 70 anni fa l’armata Russa libera i prigionieri dai lager nazisti.

 

Pietro Sabato, nato il 10 Aprile del 1942. Io c’ero, avevo appena due anni quando accadde la liberazione di questa povera gente, il tutto è stato commemorato in modo veritiero nella fiction andata in onda ieri sera in prima serata su RAI UNO, titolata:

“Max e Hèléne”. Devo confessare che non c’è lo fatta a vedere interamente il film, vedere degli uomini calpestare altri uomini ho sentito ribrezzo verso me stesso, essendo uomo. In ogni caso è bene che si ricordi il passato, per evitare che fatti raccapriccianti come questi si ripetano.

Concludo, nel mio piccolo credo di aver creato dei presupposti simbolici, ma forti, per evitare in futuro che questi orrendi episodi si ripetano. Il simbolo del mio partito è costituito da un maestoso biondo Orso Grisly delle foreste Canadesi, conoscendo la sua fortissima indole protettiva verso i suoi cuccioli, è stato raffigurato in ugual modo verso noi umani, proteggendo gelosamente nel grembo con le poderose zanne, quattro bambini di diversa etnia. Purtroppo fin d’ora nessuno si è accorto di questa potenzialità simbolica di pace.

Cordiali Saluti

                                                                                             Il Presidente, Pietro Sabato