Roma, 1 Gennaio 2014

DA: Pietro Sabato

A: ANSA ed ai maggiori quotidiani Nazionali ed Internazionali.

 

C. P. C. : Alla cortese attenzione della Signora Alma Shalabayeva, a mezzo ANSA.

 

Oggetto: Terza Parte del Discorso di Fine Anno del Presidente sottoscritto divulgato a mezzo Video You Tube, che ringrazio per avermi dato tutto questo spazio, e quindi dopo il Verbo lo Scritto: Verba Volant, Scripta Manent!

Di seguito tutto l’allegato diffuso in video il 31 Dicembre 2013, Buona Lettura…

 

Roma 28 Dicembre 2013, ore 11,18

Oggetto:

Alma Shalabayeva e la sua figlioletta, sono libere di lasciare il Kazakistan….

MA, chi ha liberato la Signora Kazaka Alma Shalabayeva?

 

DA: Pietro Sabato, Presidente Nazionale del Partito Italiano Nuova Generazione.

A: Alla Cortese Attenzione del PM Dott. Eugenio Albamonte, presso il Tribunale di Roma, Piazzale Clodio,12  - Roma  - a mezzo ANSA.

A: Comunicato ANSA ed ai maggiori quotidiani nazionali ed Internazionali.

A: Alma Shalabayeva a mezzo ANSA, non volevo disturbarLa mi creda, Buon Anno, da Pietro Sabato, il Suo unico e vero Salvatore.

                                                            Detto anche lo Sputtanetor

 

Oggetto: Attenzione! Battaglione! I grillini ancora nel ruolo di Impostori…

Caso Alma Shalabayeva e la Sua figlioletta, finalmente libere, ieri 27 Dicembre alle ore 12,00 dopo sette mesi con un aereo di linea, dal Kazakistan sono ritornate in Italia, ma…

Voce Narrante

Come leggerete di seguito, il merito di questa delicatissima operazione è stata accreditata ad altri, gli impostori di sempre, sono sempre gli stessi Grillini, tale padre putativo, tale figli…

 

Roma, 27 Dicembre 2013 ore 12,00 -  La Signora Alma Shalabayeva e la Sua figlioletta sono rientrate nel nostro Paese con un aereo di linea, nell’aeroporto di Fiumicino, sono libere, ma il fatto è che i grillini, ormai conclamati dei veri impostori di professione, si siano accreditata l’intera operazione, ebbene tutto ciò è un rospo che non posso mandare giù, in quanto avevo scritto nella mia relazione denuncia, che non ci sarebbero stati ne vincitori e ne vinti, nel caso si fosse risolto il caso in oggetto. Pertanto, e come disse il grande Totò: è la somma che fa il totale.

Quindi, poiché i grillini come di solito, hanno infranto i patti e voluto quindi assumere il ruolo di millantatori, anch’io li infrango, attribuendomi invece l’onere della intera operazione, con testimonianze inconfutabili, come due Funzionari delle forze dell’Ordine che il 2 Dicembre hanno accolto la mia denuncia presso l’ufficio Protocollo del Tribunale Penale di Roma, che allegherò in calce a questa mia rimostranza. Altra testimonianza inconfutabile, citerò il PM Dott. Eugenio Albamonte, al quale è stata affidata ripeto, la mia Denuncia del 2 Dicembre scorso. Infatti, nel momento del rientro a Roma della Shalabayeva liberata, i telegiornali hanno diramato la notizia che la Signora nei prossimi giorni sarà interrogata dal PM Eugenio Albamonte, presso il Tribunale Penale di Roma, in indirizzo, dove appunto i fatti, fanno solo riferimento alla mia Denuncia, e non all’operato scellerato dei grillini, che addirittura alcuni mesi fa si sono recati in Kazakistan, per risolvere il problema, raccogliendo un pugno di mosche, da dove sono dovuti scappare in fretta e furia e con la coda fra le gambe, e quindi per loro il caso era già chiuso da tempo.

Invece è stato il sottoscritto l’autore che ha riaperto il caso, con un originale stratagemma, come risulta dagli atti, concluso in un tempo record, in appena 23 giorni, inclusi i festivi. Peraltro ci sono altre testimonianze di rilievo Istituzionale che potranno testimoniare il mio operato, ripeto, come descritto negli allegati…

In particolare, informo che: tutta la denuncia è stata preventivamente inviata anche al Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, come leggerete, inviata a mezzo Raccomandata. Carissimi grillini, la mia è una agenzia di stampa, nulla sfugge!

Sperando di essere stato abbastanza esaustivo, esponendo l’ennesimo caso di sputtanamento, che questa volta volevo veramente evitare, ed in barba a questi impostori, concludo augurando alla Signora Alma Shalabayeva di abbracciare presto il Suo amato Consorte, attualmente costretto in Francia. Intanto buona permanenza in Italia, questo ora è il Suo Paese adottivo.

Buon Anno a tutti, ed un leggero VAFFA a tutti i grillini coinvolti in questo clamoroso ed ennesimo sputtanamento.

 

                                                                                       Lo Sputtanetor, Pietro Sabato

Di seguito il primo allegato, che secondo i miei piani non doveva essere divulgato ai quattro venti, qualora tutti avessero rispettato i patti, ma poichè infranti, di seguito sono elencati tutti quanti gli sputtanamenti

 

Roma, 25 Dicembre 2013  ore 9,30 

Oggetto: Attenzione! Battaglione!

Ho dimenticato alcuni dettagli nella relazione in allegato inviataVi Ieri 24 Dicembre 2013, Auguro a Tutti Buon Natale, soprattutto alla Signora Alma Shalabayeva ed alla Sua figlioletta, finalmente liberate.

Esclusivo ANSA E RAI UNO.

 

Roma, Correva l’anno 2013 - 24 Dicembre, ore 14,15

DA: Pietro Sabato, Presidente Nazionale del Partito Italiano Nuova Generazione.

A: ANSA - Procura Della Repubblica di Roma, Piazzale Clodio, 12 - alla Cortese Attenzione del PM Dott. Eugenio Albamonte, V/S Rif, Prot. N. 059331 del 2 Dicembre 2013 – Denuncia Presentata dallo scrivente, presso l’ufficio protocollo del Tribunale di Roma in presenza di due Ufficiali di Stato.

A: DIREZIONE RAI UNO, Dott,ssa Anna Maria Tarantola e Dott. Flavio Insinna, Presentatore della trasmissione televisiva Affari Tuoi.

Ebbene ricordare agli amici lettori, che questa relazione doveva restare segreta, nei ranghi Ansa, RAI e PM, sebbene non avessi tollerato il fatto, che alla Ministro Emma Bonino, fosse stato accreditato l’onere dell’intera missione, conclusasi positivamente, come di seguito espresso in oggetto. Ma successivamente sapendo che anche i grillini figli putativi del Beppe, da esemplari impostori, tale padre e tale figli, hanno dichiarato di essere stati anche loro coautori di questa difficilissima missione umanitaria, di conseguenza, sono stato costretto a sputtanare, capre e cavoli…

 

Oggetto: Per la Storia, la vicenda della liberazione della Signora Kazaka, ALMA Shalabayieva e la Sua figlioletta, è da accreditare ai seguenti personaggi di seguito menzionati, ciò che è stato comunicato dai telegiornali è solo una notizia surrogato. Tanto per mettere i puntini sulle i.

ALMA E’ LIBERA, ma chi è stato il Liberatore?

Alle ore 9,00 in data odierna, il sottoscritto ha divulgato un video alquanto provocatorio i cui contenuti, riferiti all’oggetto di cui sopra, e gli stessi sono descritti in allegato, che per fatalità dopo appena 90 minuti, cioè alle ore 10,30 circa il Tg 24 ha trasmesso la lieta notizia che la Signora Kazaka, Signora Alma Shalabayeva e la sua figlioletta estradate il 31 Maggio scorso in modo irregolare dal nostro Paese, sono libere di lasciare il Kazakistan, il loro Paese, e quindi di tornare in Italia. Ovviamente il miracolo è stato accreditato al Ministro degli Esteri, Emma Bonino, ma non è stata Lei di persona ad accreditarsi l’accaduto, bensì un altro Ministro avvezzo a dire bugie. Il ministro Emma Bonino, conoscendo la Sua integrità morale non si è esposta in prima persona accreditandosi questa menzogna politica, poiché conosce bene chi è stato il principale fautore di questa difficilissima e oserei aggiungere difficilissima operazione, cioè partorita dal sottoscritto, che si è attivato anima e corpo per risolvere questa incresciosa vicenda, conclusasi a buon fine, in un tempo record di appena 23 giorni, cioè dalla data del 2 Dicembre scorso, data in cui è scaturita la denuncia presentata dallo scrivente, nell’ufficio Protocollo della Procura della Repubblica di Roma, in indirizzo, accolta dai due Carabinieri, oppure Poliziotti, che ripeto, il 2 Dicembre scorso erano in servizio, che informati della delicatezza e della urgenza del problema, si sono attivati, ed in soli sette giorni hanno assegnato la mia denuncia al PM Dott. EUGENIO ALBAMONTE, accolta prima dalla Sua Segretaria, che ho conosciuto personalmente in Tribunale, a cui ho spiegato la particolarità e la gravità della vicenda. Purtroppo non conosco il nome della Signora, che ha attivato subito il PM al quale vanno i maggiori ringraziamenti per questa brillantissima operazione, conclusasi in maniera Salomonica, in tempi record per la Nostra Giustizia.

Concludo, volendo ringraziare altri interpreti non meno importanti che si sono prodigati con grande interesse affinché questa incresciosa vicenda si concludesse con la liberazione di Alma e la Sua Figlioletta, dicasi della Dott.ssa Anna Maria Tarantola direttrice di RAI Uno ed al Presentatore della trasmissione Affari Tuoi, Flavio Insinna, a cui ho indirizzato un messaggio provocatorio i cui contenuti resteranno segreti, in quanto poco forbiti per essere pubblicati. Altri personaggi importanti coinvolti: come il mio amico e vicino di casa dirimpettaio, Maurizio, a cui ho affibbiato il nomignolo di Penelopo, in quanto l’estate scorsa ha trascorso la maggior parte del tempo libero a disfare e rifare il tetto di casa sua, e dulcis in fundo  ringrazio il Senatore Mario Giarusso del Gruppo 5 Stelle, che in sordina si è attivato in modo notevole per risolvere questo scempio Istituzionale.

P.S.: Per i giornalisti dell’ANSA, non è necessario divulgare questa notizia, l’essenziale che la storia sappia questa di verità.

Buon Natale                                                                                               Pietro Sabato

Voce Narrante

Ma purtroppo, come di seguito leggerete il Senatore, Dott. Mario Giarusso, da un dito, si è preso tutto il braccio, cioè, tutto il merito di questa operazione.

Aggravato dall’ invio dell’ e mail provocatoria con foto ricordo, che il mio vicino di casa Maurizio, mi ha inviato. Di seguito in allegato, con la relativa didascalia mendace…

 

C:\Users\Mau\AppData\Local\Microsoft\Windows\Temporary Internet Files\Low\Content.IE5\LX9PF9PW\1534378_10201933520873176_1287696333_n[1].jpg

 

Alma Shalabayeva e sua figlia sono a Roma finalmente. Ricordo quando in lacrime, a casa sua, ci ha detto: «voglio tornare in Italia, vi prego fate il possibile». Noi abbiamo fatto il possibile, abbiamo messo pressione al Governo, per primi abbiamo fatto uscire lo scandalo (sono stati i senatori del M5S), abbiamo chiesto le dimissioni di Alfano, abbiamo dato materiale a tanti giornalisti, abbiamo presentato un'interpellanza urgente al Ministro Cancellieri e tante interrogazioni parlamentari. Ogni volta che abbiamo incontrato la Bonino siamo tornati sul caso, in ogni audizione, sia alla Camera che al Senato. Abbiamo ricordato il caso Shalabayeva in decine di interventi in aula. Siamo andati in Kazakistan, la prima “missione diplomatica del M5S”. Abbiamo fatto uno streaming da casa di Alma, uno streaming! Grazie alla voce di Alma, in diretta, abbiamo scoperto particolari sullo scandalo della sua espulsione all'insaputa (forse) del Ministro Alfano. Abbiamo incontrato il Ministro degli Este Alma Shalabayeva e sua figlia sono a Roma finalmente.

 

Ebbene come potete vedere, trattasi di una foto ricordo che ritrae 5 senatori grillini, di cui non conosco i nomi, ma ricordo bene la fisionomia del Senatore, Mario Giarusso, che non appare nella foto mendace di gruppo, evidentemente non si è esposto di persona, perché sapeva di essere in torto, e di conseguenza ha agito con un semplice adlocutio Cesariano, andate avanti voi che ha me me viè da ride, ed al centro della foto è ritratta anche la Signora, Alma Shalabayeva.

Mi chiedo, voi amiche ed amici lettori cosa avreste fatto al mio posto, quindi sono stato costretto a divulgare per la seconda volta, tutta la documentazione inerente nel modo in cui si è dipanata tutta la vicenda di questa mia Denuncia, che potrete ascoltare nei due video divulgati in rete You Tube, nella prima e seconda parte del discorso di fine anno del sottoscritto, nelle date 23 dicembre e 24 dicembre u.s.

Pertanto sarebbe superfluo attendere anni o secoli per raccontare la verità di questa vicenda, ormai palesemente sputtanata e quindi buona lettura ed  un altro caloroso ed affettuoso Vaffa a tutti i grillini coinvolti, poveri di spirito e fondamentalmente impostori…                                                                   

                                                                                       di seguito la replica del sottoscritto:

Voce Narrante

Alla foto di gruppo inviatami dal mio vicino di casa, suppongo per sfottò, premettendo che, noi due ci comportiamo come gli antichi rivali, ricordate, Peppone e don Camillo, e quindi ci prendiamo in giro a vicenda, ma ci tolleriamo nello stesso tempo, ma alla fine di ogni dibattito, restiamo sempre buoni amici, sentite questo paravento cos’altro ha aggiunto a questa foto di gruppo mendace, di seguito i contenuti… e la mia successiva ed esaustiva risposta, direi alquanto divertente, buona lettura…

 

Roma, 28 Dicembre 2013

Da: Maurizio Iannucci, Via Cropani 53 00118 Roma di Professione, Rappresentante, Ispettore di Zona di Generi Alimentari ( sostenitore Grillino sfegatato.)

 

A : Pietro Sabato, Presidente Nazionale del Partito Italiano Nuova Generazione.

 

Oggetto: La liberazione della Signora Kazaka, Alma Shalabayeva e della sua figlioletta, ha suscitato molte polemiche.

Replica alla tua relazione titolata: I grillini non si smentiscono, nel ruolo di Veri Impostori, tale Padre putativo, tale figli.

Lettera ad un amico…

Carissimo Pietro, vengo subito al tema: diciamo che il Ministero preposto, Tu ed i Grillini, tutti avete operato marciando separati ma con un unico obiettivo che è stato raggiunto, rallegriamocene, del resto se i grillini non avessero alzato quel polverone all'alba dell'espulsione, nessuno avrebbe saputo dell'accaduto e di conseguenza  tu non saresti andato a fare quella passeggiata al centro.

 

                                                                                          Ciao , Maurizio e Buon Anno

Roma, 29 Dicembre 2013 - Sovente la risposta di Pietro:

Strategia Omerica…

Carissimo Maurizio, innanzi tutto è bene chiarire che non amo fare tanti chilometri per farmi una passeggiata verso i prati di Piazzale Clodio, cioè nei luoghi antistanti, il Tribunale Penale di Roma, per rinfrancare lo spirito e per smaltire le tossine superflue per aver abbondato di qualche dolcetto, preferisco recarmi nel vicino comprensorio di San Policarpo, nei pressi di casa nostra.

In seconda analisi debbo ricordarti, come da accordi intercorsi, riferendomi alla mia seconda relazione riferita alla avvenuta liberazione della ALMA, inviata in esclusiva all’ANSA, alla RAI ed al PM, doveva restare segreta, cioè circoscritta, non doveva essere divulgata ai quattro venti, e quindi, facendo apparire la vicenda, senza vincitori e ne vinti, sebbene avessi tollerato il fatto che il Ministro Emma Bonino, si fosse di già accreditata l’onere dell’intera missione.

Lei è il Ministro ed il sottoscritto invece è l’ultima ruota del carro, e di conseguenza bisogna abbozzare, ma fino ad un certo punto, l’essenziale è mettere i puntini sulle i e non passare da fessi.

Ma carissimo Maurizio, quando mi hai inviato via e mail la foto di gruppo appena sopra in allegato, e quindi con le mie sacrosante motivazioni appena sopra elencate, a questo punto, in me si è scatenata, l’ira funesta del pelìde Pietro, e quindi sono stato costretto a scindere dai patti di mantenere il segreto di questa operazione, e quindi decidendo di sputtanare, capre e cavoli…ed aggiungo che Voi tutti Grillini mancate di stile, Vi siete comportati come il mio Omonimo Santo, Pietro, che rinnego Gesù per tre Volte, affermando di non essere un cristiano e di non conoscere Gesù, ma voi state esagerando, questa è la centesima volta che rinnegate il Vostro Padre legittimo, Vi ripeto,  il Beppe e Casalegno sono solo i vostri Padri sputativi, pardon, putativi.

Io mi chiedo: perché non mi avete chiamato per fare questa foto di gruppo? Bastava una semplice telefonata alla fiorentina: BABBO! BABBO! Vieni subito a casa della Shalabayeva, vogliamo fare una foto ricordo di gruppo, perché finalmente siamo riusciti a liberala dal feroce Ambasciatore Kazako, Andrean.

Che diamine, sono sempre Vostro Padre legittimo!

Carissimo Maurizio, chiariti questi fatti un tantino sputtananti, ritorniamo alla passeggiata, ed a tale proposito, devo dirti che per preparare la denuncia della ALMA, di 10 pagine f.to A/4 non è stata una leggiadra passeggiata fra i prati, ho impiegato circa 5 ore, con un elevato fattore di spremute di meningi. Successivamente, mi sono recato nel vicino ufficio postale per inviare la raccomandata contenente le dieci pagine della denuncia, come copia per conoscenza al Presidente GIORGIO, per informarlo dei fatti e detraendo dalla mia esigua pensione euro 9,00 per il costo della raccomandata.

Dopo di che, le passeggiate sono state due, la prima quando ho alzato le chiappe e mi sono recato di persona in Tribunale a depositare la denuncia nell'apposito ufficio Protocollo, allarmando a sei occhi e con sollecitudine i due Carabinieri in servizio, che notando la gravità dei fatti, mi hanno assicurato che entro una settimana la mia denuncia sarebbe stata affidata al PM di turno. Quindi, se avessi fatto la solita raccomandata, in modo formale, ed attesa la manna dal celo, come si fa quando si spedisce una raccomandata al Presidente della Repubblica, diciamolo, cioè, attendendo la risposta, alle calende greche, cioè mai, ebbene, se avessi scelto questa seconda soluzione, la Signora Alma oggi, 29 Dicembre 2013, sarebbe ancora sotto chiave in Kazakistan. Invece con il mio intervento diretto e quindi ottenuta la parola dai due Carabinieri, dopo appena una settimana, cioè, dal 2 Dicembre, al 9, di Lunedì c.m. , ho alzato nuovamente le chiappe e mi sono recato per la seconda volta in Tribunale, ho fatto la fila agli sportelli dell'accettazione denunce, ed effettivamente, ripeto, come promesso dai due Carabinieri, la mia denuncia era stata già affidata al PM Dott. Eugenio Albamonte. Fatto ciò, trascorsa un'ora, mi sono recato al V piano della palazzina C del Tribunale, nell’ufficio del PM, per conoscere lo stato della mia denuncia, invece nell’anticamera di questo ufficio ho trovato tante Signore che confabulavano fra loro, ed una di queste Signore, al mio quesito, a brutto muso mi ha comunicato che la mia denuncia ormai, sarebbe stata esaminata dal PM dopo le vacanze di Natale, cioè dopo la Befana, nel mese di Gennaio 2014.

In seguito a questa plateale negazione, per dirla in latino: situazione NEFAS, ho aguzzato l’ingegno, e come si suol dire: il fine giustifica i mezzi, ho pensato di  barare, e scatta automaticamente il mio istinto tennistico di attaccare la risposta, in questo caso, quella verbale di questa impiegata, alterandomi notevolmente, chiedendo di parlare immediatamente con il PM per una comunicazione verbale urgente. Mi viene risposto che il PM è assente e torna domani dalle ferie, ma data la mia caparbia insistenza nel voler conferire con qualche responsabile, mi è stato riferito che c'era la possibilità di parlare direttamente con la segretaria del PM, che al momento era fuori stanza. Quindi sono stato messo in attesa, in corridoio. Dopo una buona mezza ora, mi sono affacciato di nuovo in ufficio ed incontro finalmente la segretaria del PM, molto cordiale. A questo punto esibisco la mia magistrale interpretazione shakespeareana, da fare invidia al maggiore attore drammatico di altri tempi, come il grande Vittorio Gasman, Egli se sapesse, si rivolterebbe nella tomba dall'invidia. 

Quindi, pensando ai disordini in atto in questo periodo natalizio nella nostra bella Roma, ripeto bluffando, ho ventilato l'idea delle ventimila uova marce ed ai 5000 Kg di pomodori pelati cinesi, in confidenza, ho fatto quest’ultimo acquisto virtuale pensando proprio a te amico mio Maurizio, che sei nel campo alimentare, una associazione di idee pazzesche, e che quindi, ho riferito alla segretaria del PM lo stratagemma omerico, di essere stato contattato da due balordi,  proferendomi che mi avrebbero aiutato, con un sistema poco consono alle leggi vigenti, cioè, se la Alma e la Sua figlioletta non fossero state liberate entro il giorno di Natale, avrebbero riversato queste uova ed i pomodori pelati cinesi sullo stabile della Sede dell’Ambasciata Kazaka in Roma, e quindi, se invece la vicenda si fosse conclusa positivamente, (ciò che effettivamente è accaduto il giorno prima di Natale) cioè con la liberazione della Alma, appunto confidavo in te, carissimo Maurizio, che sei nel campo alimentare, pensando che mi avresti aiutato a piazzare, ovviamente facendoti un buon prezzo, almeno i 5000 Kg. di pomodori pelati cinesi, stipati nel mio immaginario, invece per quanto riguarda le uova, non esiste il problema, in quanto casa mia è piena ormai di pulcini, e data la crisi, mangio un pulcino al giorno, e come dice il proverbio: chi mangia un pulcino al giorno, toglie il medico di torno.

Quindi, scherzi a parte, rivolgendomi a tutti i Grillini, ripeto, ai soli figli putativi che contano, cioè quelli che percepiscono lo stipendio dallo Stato, se vorranno accreditarsi la liberazione della ALMA Shalabayeva e figlioletta, liberi di farlo, ma, contrariamente al sottoscritto che è un povero pensionato squattrinato, a questo punto Vi presento il conto della mia Parcella di Avvocato, per un totale di: 25.000,00 Euro. Come ben sapete, la mia Laura, così come si esprimeva il nostro Totò Nazionale, (invece di Laurea) in Sputtaneria Avanzata, è stata conseguita presso la Bocconi Amari dell'Università di Putignano, in Provincia di Bari, con 110 e Lode.

Concludo con: Riflessione! Battaglione! Grillini, Deputati e Senatori, figli putativi del Bebbe Nazionale e del Dott. Casalegno, state restituendo molti soldi allo Stato, pensate anche al Vostro legittimo Padre, il quale ha veramente lavorato sodo in questi giorni, per riportare a casa due persone innocenti, e Vi giuro che non è stata una semplice passeggiata fra i boschi, come ha affermato il mio amico Maurizio, invece l’intera vicenda sin dall’inizio, è stata ben pianificata, condotta con molto rigore, con il cuore in mano, senza scopo di lucro, ed in barba alle mie strategie, che si siano verificate utili e non, in primis, debbo ringraziare il PM, Eugenio Albamonte, che con questa Sua repentina azione, in appena 23 giorni, in onore al Suo secondo nome, ci ha fatto scorgere nel nuovo anno un buon auspicio, una nuova Alba, tra i monti impervi delle nostre Istituzioni.

Quindi carissimi grillini, grazie alla vostra ennesima negligenza etica, nel volerVi accreditare questa missione umanitaria, sono stato costretto ad aggiungere nel mio libro un’altra pagina sputtanatrice nei vostri confronti, e di conseguenza assumendo un diverso comportamento, esattamente come quello del grande Albertone, che alla vista di un piatto di spaghetti, disse:

“tu mai provocato ed io te distruggo.“

Dovrei aggiungere altri 5000,00 euro per questa mia brillantissima performance, ma Vi faccio lo sconto, ripeto, mi accontento di soli 25.000,00 Euro.

Carissimo Morris, quando vuoi giocare a tennis con tuo fratello Robby basterà alzare la cornetta, il tuo amico ti aspetta, resto sempre a tua completa disposizione.

Buon Anno, anche a tutti i lettori e soprattutto brindo alla Signora Shalabayeva che auguro presto il raggiungimento con il Suo Consorte, costretto in Francia.

P.S.: Attenzione! Battaglione! Questo si, che è un bellissimo racconto, da annoverare nei libri di storia.

                                                                           Il Vostro Ulisse, lo Sputtaneor Pietro