Roma, 12 Agosto, 2012

DA: Pietro Sabato

A: Illustrissimo Presidente della Repubblica Italiana, Giorgio Napolitano, Palazzo Quirinale, 00187 Roma. Raccomandata

A: ANSA

IL TORMENTONE D’AGOSTO CONTINUA…

Oggetto: Il tormentone d’Agosto continua…  La cronistoria del calvario idilliaco subito dallo scrivente, riferito al plagio di copyright commesso dall’On. Gianfranco Fini, nei confronti del Partito Italiano Nuova Generazione.  Di seguito in allegato i fatti  recenti e quelli del passato, che leggendo, determineranno inconfutabilmente la verità storica di questa diatriba…

 

Roma, 10 Agosto 2012

DA: Pietro Sabato, Presidente Nazionale del Partito Italiano Nuova Generazione.

A: ANSA

 

A: Illustrissimo Presidente della Repubblica Italiana, Giorgio Napolitano, Palazzo Quirinale, 00187 Roma. N.S Rif. Racc. N. 14504870627-3  del 25/06/2012, altra N. 14504870875-4 del 5 Luglio 2012, tutte in esame presso L’Ufficio Affari della Giustizia. Alla Cortese Attenzione: Magistrato Dott. Mucci Roberto.

Ufficio Affari della Giustizia. Racc.  N. 14504871273-8 del 10/08/ 2012, ore 13,08.

C.P.C.: Non avendo segreti alcuni, invio questa esaustiva relazione Alla Presidenza del Consiglio via E mail.

 

I Compiti a casa per il Magistrato, Dott. Mucci Roberto...

Oggetto: Ulteriori notizie, utili per approfondire la situazione precaria che il mio Paese patisce da 65 anni, riferita prettamente alla mala Giustizia, ed ovviamente allo stato di vessazione che io sottoscritto Pietro Sabato subisco dalla casta politica, da ben 12 anni, cioè, dal 16 Giugno del 2000, data della Costituzione del Partito Italiano Nuova Generazione.

1) Di Seguito in allegato invio copia fax del 1 luglio 2012 di 3 pagine, disponibile anche nel sito web del partito nella data predetta: www.nuovagenerazioneroma.it ,

2)  Relazione del 7 Agosto, Le comiche…

3) Molteplici altre relazioni, tutte reperibili nelle rispettive date, nel sito web del partito, tutte definirebbero inconfutabilmente la precarietà delle nostre Istituzioni, ed ovviamente di riflesso, è manifesto l’odio scaturito dalla casta politica nei confronti dello scrivente. Concludo Augurando Buona Lettura, sperando che questi scritti in allegato possano illuminare le menti della Commissione Affari della Giustizia,  che il 1 settembre prossimo venturo, data del riesame definitivo della mia vertenza, le cui coordinate sono espresse in indirizzo, si possa giungere in una giusta Sentenza. Ovviamente evitando le solite Supercazzole del tipo: Inammissibile oppure irricevibile, facendoci caso, queste due parole, finiscono per bile, ebbene quella del sottoscritto da 12 anni è ormai spappolata.

Cordiali Saluti                                                                                           Pietro Sabato

Voce Narrante

Per le Amiche ed amici della rete, e per i lettori del supplemento, mi pregio di elencare le rispettive date di tutte le relazioni precedentemente diramate in rete, quindi già di vostra conoscenza, ma non inviate alla Istituzione della Presidenza della Repubblica. Quindi per collegare i fatti e facilitarvi la lettura, in modo più scorrevole, elenco le rispettive date delle relazioni: iniziando dalla prima relazione del 1 Luglio 2012, successivamente del 7 Agosto c.m., altra del 27 Luglio scorso, altra del 4 Agosto c.m., altra a ritroso, del 24 Luglio, altra a ritroso del 8 Luglio, ed infine a ritroso del 16 Giugno, Buona lettura…

Ora invece di annoiarvi rileggendo tutte queste relazioni, che spero avrete già lette recentemente, ed ascoltate in video. Quindi mi limiterò ad evidenziare la mia situazione di Politico in stato di vessazione continua, per mano del Presidente della Camera dei Deputati, On. Gianfranco Fini, iniziando dalle origini, cioè come, quando e perché è iniziata questa diatriba:

Il primo allegato storico, risale al 24 Novembre 2009

Roma, 24 Novembre 2009

Da: Pietro Sabato, Presidente Nazionale del Partito Italiano Nuova Generazione.

www.nuovagenerazioneroma.it E mail saturdaysrl@tiscali.it or litsabato@interfree.it 

Via Cropani, 49 - 00118 Roma Tel e Fax 39 06/7231027

 

A: Presidente della Camera On. Gianfranco Fini  R. R. N.13050092924-1 Palazzo Montecitorio 00186 Roma. Ovviamente senza ricevere alcun riscontro.

 

A: Cour Europèenne des Droits de l’Homme, Conseil de l’Europe – 67075  Strasbourg – Cedex - France – Tel. 33 (0) 388412018 Fax 33 (0) 388412730.

R.R. N. RA 262878496 IT. Del 27/11/2009. Si richiede a questa Istituzione un intervento Straordinario affinché si faccia piena luce su questi fatti di seguito elencati, che in Italia, il porto delle nebbie, vengono sottovalutati, e regolarmente archiviati. Grazie per la Vostra disponibilità.

Distinti Saluti                                                                    Il Presidente Pietro Sabato

 

C.P.C.: Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano - ANSA

A : Avv. Giulia Buongiorno Onlus Doppia Difesa ANSA

A : Michelle Hunziker Onlus Doppia Difesa ANSA

C.P.C.: Avv. Luciano Sovena Istituto Luce S.P.A.

Oggetto: si richiede la Riapertura del Caso Ogieva Valentina, Parte lesa, del 3 Settembre 2004, contro Il Sig. P.V. Finanziere scelto appartenente al Comando Reparto II Servizi Castelfusano, della Guardia di Finanza.

 

A Proposito di Stronzi

Egregie Signore e Signori ed Istituzioni in indirizzo, soprattutto vorrei rivolgermi all’On. Gianfranco Fini, circa i fatti raccontati ieri sera 23 Novembre 2009, durante la trasmissione Striscia la Notizia, dove è emerso la visita che ha fatto Lei Onorevole, recentemente in un comprensorio di extracomunitari, ai quali ha esortato a denunciare tutti gli stronzi che fanno discriminazione etnica, offendendo l’onorabilità dell’essere umano.

Ma Lei Egregio Onorevole Fini, predica bene e razzola male, perché mi risulta che qualche anno fa  se ben ricorda, prese le difese di qualche stronzo in divisa, il quale non ha fatto del tutto il suo sacrosanto dovere previsto dalle nostre Leggi vigenti, e Lei durante tale trasmissione, dichiarò metaforicamente, che non si poteva infangare un intero Corpo Armato per la negligenza di un solo individuo, prendendo la curva molto larga, elogiando l’operato di detta Arma in oggetto, del nostro amato Stato, che tanto si è prodigata negli anni, nell’ adempiere il proprio dovere contro la criminalità.

Domanda:

Secondo Lei, un borsone contenente mutande ed affini, come nel caso in oggetto costituisce un grave reato contro lo Stato? La domanda continua: trattandosi poi, di una allora quasi bambina di colore, di nazionalità Nigeriana, che data la sua conformità fisica ossea, determinata dalla circonferenza dei polsi di appena 14 cm., costretta a sbarcare il lunario per se e per sostentare con pochissimi euro alla settimana, la sua poverissima  famiglia costituita da sette persone, tutte residenti in Nigeria? Secondo Lei Onorevole, rovesciando la medaglia, quale è il reato più grave quello della vendita delle mutande abusivo, oppure quello di uno stronzo in divisa che strattona e ferisce una ragazzina fragilissima e malnutrita, a cui ha procurato una abrasione lacero contusa al polso sinistro, successivamente svenuta e trasportata in ospedale, omettendo inizialmente addirittura il ricovero e per giunta, il cui dottore dichiara per iscritto un referto mendace, confondendo un polso per un dito, inoltre detta Valentina, non avendo ricevuto dallo Nostro Stato, un solo bicchiere d’acqua, dalle ore 12, ora del fermo sino alle ore 23,10 ora del rilascio?

Fine di questo breve tratto della relazione in oggetto, ed ora passiamo alla considerazione dello scrivente in merito a questa relazione…

Considerazione del 12 Maggio 2012:

Il caso Sonia Ogieva, non è stato mai riaperto, e LEI EGREGIO ON. FINI ha continuato a fare l’orecchio da mercante, buttandosi la zappa sui piedi, passando così per un Emerito Stronzo.

Dopo questa relazione sopra espressa, inviata a suo tempo, alla Corte Suprema di Strasburgo e resa pubblica nel Sito Web del mio Partito, è iniziata la Vendetta dell’On. Fini, nel voler soffocare il mio Partito, infatti, dopo un anno, esattamente il 1 Aprile del 2010, comunica di voler costituire un nuovo partito, denominandolo con la stessa denominazione del mio partito: Cioè Generazione Italia, ma lo stesso giorno, cioè il 1 Aprile del 2010, scatta la mia denuncia di plagio di copyright, e Lei On. cambia idea, sostituendo il sostantivo Generazione, con Futuro e Libertà, se non è zuppa e pan bagnato, ma almeno la denominazione del mio partito era salva dal Copyright, ma dopo pochi giorni, Lei da emerito Stronzo, costituisce con tanto di bandiera il movimento politico Generazione Italia, poi trasformato ai giorni nostri, in Generazione futuro.

Concludo, Egregie Amiche, Amici lettori della Rete, Avvocati, Istituzione In indirizzo, spero sia lampante il quadro giuridico, che voi amici lettori avrete sicuramente condannato il plagiante, sperando che l’Istituzione in indirizzo, faccia lo stesso, emanando una giusta sentenza, poiché il caso è stato esaurientemente e dettagliatamente descritto.

Cordiali Saluti anche a Lei Onorevole, ad Maiora.

                                                                                         Lo Sputtanetor  Pietro Sabato

Voce Narrante

Ed ora come ciliegina sulla torta, in allegato la relazione del 3 Maggio 2010…Questa è la Storia, la pura verità da cui è generata questa triste vicenda di copyright…

 

Roma, 3 Maggio 2010

Da: Pietro Sabato.

A: Generazione Italia E Mail Ansa.

A: ANSA.

Attenzione! Ci sono novità eclatanti di seguito in allegato, l’On. Gianfranco Fini ammette di essere un mestierante della Politica! Buon Divertimento!

 

IL FICO DUE!!!

EDIZIONE STRAORDINARIA!!!

Tana per l’On. Gianfranco Fini, Il Presidente della Camera dei Deputati ammette di essere un Mestierante della

Politica!

Egregio On. Gianfranco Fini, faccio riferimento alla trasmissione dal titolo, Ultima Parola, andata in onda su RAI SAT, nel primo pomeriggio di Sabato, 17 Aprile 2010.

Si è Parlato della crisi che vige nel PDL, la possibile Sua scissione dal Partito, causa: per difendere i diritti degli extracomunitari. Favola da ben valutare politicamente, da un partito di destra, che in passato si è sempre dimostrato ostile a questi problemi.

Tema principale riferito ad un episodio del Novembre 2009, quando Lei On. Fini incontrò un gruppo di extracomunitari, (tutti bassi di statura) incitandoli a definire degli Stronzi, tutti coloro che li avrebbero discriminati, per le loro origini genetiche, per non dire razziali e dalle origini religiose. Questo Suo atteggiamento di paladino a spada tratta, in difesa dei più deboli, subito dopo si infrange in un comportamento prettamente razzista. Egregio Onorevole, se ascoltasse attentamente la registrazione di quel giorno di Novembre, che abbiamo riascoltato il 17 Aprile u.s. noterà che Suo malgrado, quel giorno parlando con gli extracomunitari, ha fatto del razzismo, guardandoli dall’alto in basso, ebbene, Lei ha esaltato la Sua altezza, esprimendosi così: “ Dall’alto della mia Altezza di un Metro e Ottantacinque etc. etc.”

Quindi a tale proposito vorrei anch’io ricordarLe un episodio razzista di nove anni fa, esattamente del 5 Novembre del 2001, peraltro disponibile nel mio sito Web nella data predetta, e raccolto nel mio libro sceneggiatura del Film : Maccarolo… Politico da Sempre… esattamente a pagina N. 15, che mi pregio di allegare:

 

Roma, 05 Novembre 2001                                                                         

DA: Pietro Sabato, Presidente Nazionale del Partito Italiano Nuova Generazione.

A: ANSA

IL FICO

Oggetto: L’ antico proverbio “ Nella botte piccola c’è il vino buono” declassato da scienziati ricercatori.

Il 5 Novembre 2001 alle ore 11 circa, ascoltando una trasmissione radiofonica di alto gradimento, è emerso che alcuni scienziati ricercatori, esperti in farmacologia e statistiche, hanno asserito che il proverbio: “Nella botte piccola c’è il vino buono”, riferito alle persone di bassa statura, nati nel dopo guerra, non corrisponde più al vero, poiché questi ultimi, detti bassi, sono stati penalizzati dalla alimentazione di quei tempi, priva di proteine, causando tale breve altezza. Io sottoscritto, dal basso dei miei mt.1,66 centimetri di altezza, senza scarpe, quindi senza nulla rubare, ritengo questa diceria una vera e propria corbelleria, in quanto, mi risulta, che nel mio paese natale, Putignano, in provincia di Bari, sin dai tempi dei nonni,  illo tempora, tanto tempo fa, circolava un detto, che attualmente vige ancora, (forse dovuto dalla invidia dei bassi) facendo riferimento alle persone di alta statura, ripeto, venivano e lo sono tutt’ora denominati con l’appellativo: RUC, queste persone di alta statura, di solito venivano assoldati dai contadini esclusivamente nei periodi stagionali ricorrenti, alla raccolta dei fichi, in sostituzione di un utensile di lavoro, denominato in forma dialettale locale, appunto “ U RUC ”*, che data la originale caratteristica di un lungo stelo, serviva ad agganciare e curvare i rami più alti dell’albero del fico, utile, come sopra detto, per la raccolta dei maturi frutti fichi.

Concludo quindi, in barba agli scienziati e senza recare offesa agli alti e bassi di statura, che quanto sopra detto in oggetto, non corrisponde a verità, in quanto, gli alti e bassi sono sempre esistiti, nelle proprie differenze genetiche. Quindi è opinione dello scrivente, che è sempre valido il detto, che nelle botti piccole, c’è sempre stato e ci sarà sempre del vino buono. Con grande simpatia, saluto cordialmente gli Scienziati e gli amici lettori, il Piccolo Presidente.

                                                                                                                   Pietro Sabato

*“ U RUC” Forma dialettale Putignanese, riferito ad un arbusto vegetale, ricavato da un ramo di lunghissimo stelo e con una propaggine finale a forma di numero 1, il cui puntale ben pronunciato e ricurvo, in assenza degli alti di statura, veniva usato ed è in uso tutt’oggi dai bassi, per agganciare e curvare i rami degli alberi del fico, per la raccolta dei maturi frutti fichi. ( Licenza poetica abusiva, con piccole venature mollichesche.)

A: Dott. Mollica confidential: Presso RAI UNO, viale Mazzini, 14 Roma.

                                                                                                           Fine dell’episodio.

Considerazione…

Quindi Egregio Onorevole, considerando che nella Sua Vita Lei di mestiere ha sempre fatto il Politico, e dovendo fra qualche anno cambiare la situazione politica nel Nostro Paese, dove si verificherà che tutti i Dinosauri Politici andranno tutti a casa, ringrazi madre natura per la sua statura, un domani Le potrebbe tornare utile, per sbarcare il lunario. 

Come risposta a tutto questo, di seguito scatta la vendetta dell’On. Fini del 3 Maggio 2010 descritta nel Suo sito, peraltro abusivo, in quanto la denominazione: Generazione, è stata scopiazzata dal mio Partito. Veramente senza vergogna…

ANSA) - ROMA, 3 MAG - Gianfranco Fini lancia sul web i circoli di 'Generazione Italia', la 'rete' dell'associazione sul territorio. Obiettivo, spiega lo stesso presidente della Camera,'costruire un futuro migliore dell'attuale presente, specialmente per i più giovani. Una associazione 'aperta che opera nel PdL'. La politica non puo' essere soltanto un mestiere: deve essere innanzitutto partecipazione, anche piena di passione.                                                                                 Fine

 

Dopo questa clamorosa ammissione, riprendiamo il discorso:

Questa notte scade l’ultimatum di seguito elencato, questa volta cambio linguaggio, visto che come al solito da dieci anni non ho ricevuto ancora dal mondo politico, un solo riscontro. Per cui, mantenendo le dovute distanze, mi rivolgo all’Onorevole Fini, invitandolo in questa occasione ad esprimersi, soprattutto per un senso civico di lealtà, nei miei confronti, poiché il sottoscritto è un Suo collega, sebbene non ancora Onorevole, bensì è sempre un Presidente di Partito, sulla breccia da ben dieci anni.

Trascorse 24 ore se non seguirà un Suo riscontro, riterrò la mia domanda esaudita negativamente, pertanto come era già preventivato invierò alla Corte Suprema di Strasbourg, la stessa Citazione attualmente dal 1 Aprile c.m. in esame presso la Procura della Repubblica Italiana in Roma, per appropriazione in debita della denominazione del movimento politico, da Lei costituito il 1 Aprile 2010, la cui legittima paternità è invece: del Partito Italiano Nuova Generazione, precedentemente Costituito, esattamente il 16 Giugno del 2000.

Distinti Saluti

                                                                                                    LO SPUTTANETOR

                                                                                                            Pietro Sabato

Voce Narrante

Tornando ai giorni nostri, ecco di seguito la conclusione della relazione del 1 Luglio 2012, diramata in rete ed inviata alla Presidenza della Repubblica, ovviamente risparmiandovi l’intera relazione, limitandomi alla conclusione, riferita alla finale Europea di calcio, dove la nostra nazionale  ha perso contro la Spagna…

 

Concludo, sperando che da questo incontro calcistico, nasca una nuova Italia, da cui essere fieri e sia da esempio per tutti i Paesi del Mondo, sfatando così, questa infamante nomea di un Paese Corrotto, che da Secoli grava sulle Nostre Spalle.

Ossequi Signor Presidente

                                                       Pietro Sabato,

Il Presidente  Nazionale dell’unico ed originale Partito Italiano Nuova Generazione.

Tanto per restare in tema, e mettere i puntini sulle i, da non confondere con il Partito Impostore dell’On. Gianfranco Fini, denominato: Generazione Futuro, definito come partito unico, dall’Impostore Onorevole.

Lei Onorevole oltre ad essere un Impostore è anche un Emerito STRONZO.

Mi scuso Signor Presidente, ma non potevo esimermi di esprimere tutto il mio sdegno, per questa incresciosa vicenda di plagio di copyright, palesemente evidente. Quindi, Egregio Signor Presidente come vede, c’è molto da lavorare, deve iniziare a fare pulizia nei suoi primi banchi della politica.

Di nuovo Ossequi Signor Presidente                                                                                        

                                                                                                                   Pietro Sabato

Ed ora attenzione Battaglione! Ebbene dopo appena 30 giorni, nonostante queste offese, l’onorevole ci ricasca, ormai per Lui è una droga il sostantivo: Generazione, a Roma si dice: è andato in fissa. Ascoltate cos’altro si è inventato, con la complicità  di un suo stretto Collega di poltrona, l’On Renato Schifani

 

Roma 7 Agosto 2012

DA: Pietro Sabato, Presidente Nazionale del Partito Italiano Nuova Generazione.

A: ANSA

OGGETTO: IN INGLESE: The coming back OLIVER HARDY end STAN LAUREL, in Italiano: C’era una Volta STANLIO ED OLIO, il Ritorno…

Le Comiche: il Ritorno di Stanlio e Olio!

Egregie amiche ed amici della rete, torna utile rievocare i comici del passato, paragonandoli a taluni politici attualmente in auge, ebbene dopo questo allusivo messaggio subliminale, scopriamo di seguito a quali personaggi politici è indirizzato questo oggetto. Ebbene, ieri Lunedì 6 Agosto, durante il TG andato in onda su RAI UNO alle ore 17,00, sul piccolo schermo è apparso con un primo piano, cioè a tutto schermo, il Presidente del Senato, l’On. Renato Schifani, OLIO, che ha dichiarato con una certa dedizione, che si sta lavorando per assicurare alle Generazioni Future una vita migliore e più sicura, cercando di bandire in tutto il mondo le armi di distruzione di massa. Fine, ma attenzione! Indovinate cosa è successo dopo pochi istanti? Però prima di raccontarvi l’accaduto, vorrei fare una breve premessa: tutti ormai conoscete la mia storia del mio calvario Politico, contro  il Presidente della Camera dei Deputati, On. Gianfranco Fini, STANLIO, in arte U RUC*, accusato dal sottoscritto di plagio di copyright, per aver costituito recentemente il movimento politico: Generazione Futuro, copiando palesemente dall’unico sostantivo: GENERAZIONE, che definisce il mio Partito, appunto: Partito Italiano Nuova Generazione, costituito il 16 Giugno del 2000, cioè 12 anni prima. Fatta questa premessa, Vi svelo cosa è accaduto subito dopo la breve dichiarazione dell’On. Schifani, OLIO, il quale esprimendo un pensiero con il sostantivo Generazione non ha commesso alcun reato di copyright, nei confronti del mio Partito, poiché tutti in un discorso possono usare questo sostantivo, ma quando subito dopo questa dichiarazione, ad un angolo del piccolo schermo è apparso alla chetichella un piccolo riquadro con l’immagine dell’On. Fini, quindi, si è capito subito che il tutto era riferito al Suo partito Impostore, denominato appunto: Generazione Futuro, ripeto scopiazzato dalla denominazione del mio partito. Tutto quadra, quindi i due politici hanno voluto inviare un messaggio subliminale al sottoscritto, facendomi capire che loro sono i tutori feudali del potere assoluto, quindi possono appropriarsi della denominazione del mio partito, in quanto il sottoscritto non conta un cazzo. Concludo, ricordando a questi due Impostori e Stronzi, che tutti questi fatti sono a conoscenza dei maggiori quotidiani Nazionali, Europei ed Internazionali, quindi il mondo sa quanto valete sia come uomini, che come politici, mi dispiace per i comici in oggetto, che oggi hanno subito una così grave infamia di essere stati paragonati a due politici, Impostori e ripeto emeriti STRONZI.   

Cordiali Saluti                                                                 Lo Sputtanetor Pietro Sabato

P.S. : Egregi Onorevoli, sappiate che al sottoscritto non piace offendere nessuno, ma ogni qualvolta che nominerete in pubblico, cioè a mezzo del piccolo schermo questo Vostro Partito Impostore, la mia reazione sarà sempre la stessa, anzi vi avverto che è  in bozza un volantino, veramente sputtanante per voi, quindi vi consiglio di desistere da questa puerile posizione, la mia pazienza ha un limite.

Sperando di essere stato abbastanza esaustivo nel descrivere, questa triste pagina di Storia, auguro a tutti un buon Ferragosto, Onorevoli inclusi.

                                                                                                                   Pietro Sabato