Roma, 24 Maggio 2010                                                                                 allegati 1/8  

 

DA: Pietro Sabato, Presidente Nazionale del Partito Italiano Nuova Generazione.

 

A. Dott.ssa Maria Caterina Sgrò, Presso la Procura della Repubblica Italiana, Piazzale Clodio, 12 00195 Roma. Raccomandata a mano presso l’Ufficio Protocollo del Tribunale.

 

A: ANSA

 

Oggetto: Opposizione all’Archiviazione del Procedimento Penale N. 8485/09 Vostro Rif. Ricezione Primi Atti Uff. Protocollo N. 020787 del 10 Maggio 2010.

 

Le scarpe riusciranno ad incastrare P&P!!! ( Pietro B. & Piersilvio B.)

 

GRAECIA CAPTA!

FERUM VICTOREM CEPIT ET ARTES IN TULIT IN AGRESTI LATIUM

 

Egregia Dott.ssa, ho appena consultato la Sua relazione relativa all’archiviazione in oggetto, dove Lei ha rilevato che le mie numerose denunce, sono state esposte in modo confuso e senza alcun nesso logico.

Il motivo allegorico del titolo di questa relazione.

Ebbene, cercherò di essere più esplicito e il più possibile sintetico, nel esporre i fatti.

C’è solamente un particolare importante che pregherei mi fosse concesso, quello di chiedere la Sua collaborazione, rispondendo ad alcune mie domande.

Il Primo indiziato in questa controversia è il Signor Pietro Bianca, che da anni siamo frequentatori del circolo di tennis Oasi di Pace. Questo Signore mi ha fatto esporre la denuncia di plagio cinematografico in oggetto, in quanto nel gennaio del 2009 si è prestato di consegnare al Signor Piersilvio Berlusconi  i due copioni del mio Film, di cui La sceneggiatura: Maccarolo… Politico da Sempre… di Pagine n. 180, e il relativo Supplemento Propedeutico di circa 300 pagine contenenti  relazioni ancora  da sceneggiare. Tutto questo materiale è reperibile nell’archivio del Vostro Tribunale.

Domanda: Lei Dott.ssa ha interrogato questo signore? Questi ha ammesso di aver consegnato o meno, al Dott. Piersilvio Berlusconi i miei Copioni, con tanto di dedica Personalizzata? 

Ripeto, il sottoscritto al Pietro Bianca, dopo avergli consegnato i copioni nel Gennaio 2009, dopo tre mesi, cioè verso la fine di marzo 2009, mi ha invitato nella sua barca da 25 metri, per incontrare il Signor Piersilvio Berlusconi, che intendeva collaborare alla realizzazione del mio Film. Per questa occasione ho la prova di aver acquistato un paio di scarpette da barca, ma purtroppo questo acquisto costatomi 120,00 Euro è risultato vano, in quanto il sogno di incontrare il principe azzurro si è infranto, facendo così la fine di cenerentolo, nel nostro caso, vessato anzi dalla matrigna, dal mio presunto falso amico Pietro Bianca, che mi ha fatto la sola, meglio dire lo sgambetto, dicendomi che l’incontro con il principe azzurro, Piersilvio Berlusconi era stato rinviato, e subito dopo alcuni giorni, giustamente per non farmi stare in ansia mi ha detto papale papale che l’affare era saltato. Il film: ” Maccarolo… Politico da Sempre…” non sa da fare! Amici come prima.

Ma verso la fine di Ottobre del 2009 dopo circa sei mesi, la Società Medusa S.p.A. annuncia la realizzazione del Film BAARIA, e quando il Regista Giuseppe Tornatore, in televisione presenta il film e racconta la sinossi, ascoltati i contenuti, scatta il mio sospetto, confermato successivamente vedendo il film.

Lei Dott.ssa ha Visto il Film BAARIA? Ha letto almeno la sinossi e la relazione del Regista Giuseppe Tornatore? Lei Dottoressa ha letto la relazione e la sinossi del mio film a Pagina 43 e 45 del mio libro sceneggiatura Maccarolo…Politico da sempre… ? Non ha riscontrato nulla di affinità nella narrativa tra i due film? Non ha rilevato alcun sospetto di scopiazzatura?

Inoltre ha letto altre relazioni di cui la scena del Pediluvio, descritta a pagina N. 238 nel Supplemento Propedeutico intitolata: “ L’unghia propagginata”? Ebbene, è la stessa scena riprodotta nel film Baaria nel secondo tempo, quando alcuni giovani compagni (comunisti) politici in bolletta, dovendo uno di loro recarsi in Russia in pieno inverno, per motivi politici, e non avendo i soldi per acquistare un bel cappotto idoneo al luogo di destinazione, avendo notato un povero proletario fare lo struscio la domenica con un nuovissimo cappotto di vigogna, scatta la molla e corrono tutti a casa di costui, il cui lui, è interpretato dal nostro grande attore Leo Gullotta. (Peraltro che ho conosciuto personalmente in Campidoglio nell’ottobre del 2002, scena descritta nella sceneggiatura del film:  Maccarolo… Politico da Sempre…” a pagina 135 scena N.105: Scalinata Capidoglio Mattina.)

Questi un vero proletario, sciatto nel vestire, che appena tornato a casa dopo una durissima giornata di lavoro si accinge in una piena mesta fase d’estasi, ponendo le estremità a mollo, in una bacinella di acqua calda e sale, ebbene, questo sacrosanto pediluvio viene interrotto da questi giovinastri squattrinati, che bussano alla sua porta sempre aperta, poiché nulla possiede, oltre al suo nuovo cappotto blu di vigogna, e pronunciando la parola avanti, si spoglierà dell’unico suo bene, poiché, esposto il problema patriottico di questi giovani politici, il povero proletario per amor Patrio accetta, e con enorme sofferenza offre loro il cappotto della Domenica.

Ebbene, Dott.ssa ha ragione, queste sfumature possono essere intese solo dal sottoscritto, la vittima di questo plagio. Poiché il soggetto proletario di Tornatore, è il sottoscritto che per la politica non ha sacrificato il solo cappotto, ma anche le mutande e due appartamenti.

Altro, ha letto l’articolo descritto nello stesso Supplemento a Pagina 226, dal titolo:  “E’ fallito l’invito nel Panfilo der Macina” ?

Altro ancora, dopo circa due mesi aver inviato le mie molteplici e mail in tutto il mondo, specificatamente anche negli USA, sputtanando il film BAARIA, ed a copertura di tutto ciò per far sviare le indagini è intervenuto l’Ancillotto di turno, il Dott Ferruccio De Bortoli del Corriere della Sera, quotidiano ammanicato al gruppo Mediaset, che si è inventato una puerile supercazzola, quella di un altro fantomatico personaggio, Dott. Giovanni Sapia, scrittore ottantenne, che dichiara di essere stato vittima di plagio cinematografico, da parte della Medusa SpA. e del regista Giuseppe Tornatore, realizzatori del Film: Baaria. Di cui mi pregio di allegare copia del 11 Dicembre 2009 inviata erroneamente alla Dott.ssa Maria Bice Barborini, dopo l’equivoco di errata ricezione, successivamente fatta recapitare a Lei Dott.ssa  Maria Caterina Sgrò.

 

Roma, 11 Dicembre 2009

 

Da: Pietro Sabato, Presidente Nazionale del Partito Italiano Nuova Generazione, alias, socio unico ed amministratore della Società omonima Editrice Saturday S.R.L. , Autore della Sceneggiatura del Film:  Maccarolo… Politico da Sempre…registrata in SIAE il 31 Marzo del 2004, e relativo Supplemento Propedeutico alla sceneggiatura, registrato il mese di Giugno 2008.

A: Procura della Repubblica, Piazzale Clodio, 12 – 00195 Roma. Alla Cortese Attenzione della Dott.ssa Maria Bice Barborini. R.R.

A: Dott. Giovanni Sapia,  Autore del libro: “Il Romanzo del Casale” (a mezzo ANSA)

A: Quotidiano Corriere della Sera, al Direttore Dott. Ferruccio De Bortoli - E mail.

 

Tana per Ferruccio…doppio plagio cinematografico…

 

Oggetto: Presunto Doppio Plagio Cinematografico, commesso da Giuseppe Tornatore, Regista del film Baaria, realizzato dalla società di produzione cinematografica, Medusa S.P.A.

Il primo denunciante, in data a ritroso di circa due mesi fa, è stato il sottoscritto Pietro Sabato, realizzatore della Sceneggiatura del film Maccarolo e relativo Supplemento Propedeutico.

Il secondo denunciante, invece a scoppio ritardato, cioè in data 8 Dicembre 2009 è stato il Dott. Giovanni Sapia, Autore del libro: “Il Romanzo del Casale”.

Domanda Lubranesca, la domanda sorge spontanea: sarà una messa in scena, cioè pan grattato, orchestrare un puerile stratagemma per depistare le indagini di plagio in un'altra direzione, per poi mandare il tutto in caciara? Cioè in archivio?

Alla Procura l’ardua sentenza! Fine dell’oggetto.

 

Egregio Dott. Giovanni Sapia, il 9 Dicembre c.m ho letto sul quotidiano Il Corriere della Sera, un trafiletto che portava la notizia di un noto scrittore Calabrese, Dott. Giovanni Sapia, plagiato dalla Società di Produzione cinematografica Medusa e relativo Regista Giuseppe Tornatore, per aver entrambi realizzato il film Baaria, scopiazzando dal libro dello scrittore: “ Il Romanzo del Casale”. La medesima situazione che sta vivendo il sottoscritto da ben due mesi, aggiornando quasi quotidianamente la Procura della Repubblica con nuovi eventi, come quest’ultimo. Invece Lei Dott. Sapia, stranamente si è accorto del plagio dopo parecchio tempo,  esattamente l’ 8 Dicembre 2009, da  appena tre giorni fa. Domanda:  Come Mai?

Il film Baaria è in proiezione da circa due mesi.

Di seguito il contenuto del trafiletto Giornalistico del Corriere della Sera:

SCITTORE ACCUSA: “BAARIA COPIATO DA UN MIO ROMANZO” La sceneggiatura di Baaria ha delle inspiegabili corrispondenze col mio libro, “ Il Romanzo del Casale”. Ad affermarlo è lo scrittore e filologo, Giovanni Sapia. Sapia sostiene che la bozza del Romanzo del Casale era stata presentata alla casa editrice Sellerio, la stessa che ha pubblicato la sceneggiatura di Baaria. Fine del trafiletto.

Quindi Egregio Dott. Sapia viaggiamo sullo stesso binario, pertanto non avendo ancora letto i contenuti del Suo Libro, non posso esprimermi, ma Le ricordo che la mia opera prima: Maccarolo… Politico da sempre… è stata registrata in SIAE il 30 Marzo del 2004, molto tempo prima del Suo libro: “Il Romanzo del Casale” che leggendo l’articolo su Google.it, è stato registrato nel mese di Aprile del 2009*, sebbene Lei asserisca di averlo fatto visionare nel 2007, alla casa editrice Sellerio, scevro da registrazione in SIAE. Un errore imperdonabile per uno scrittore di fama come Lei. Egregio Dottore i vampiri sono sempre in agguato:

MALA TEMPORA CURRUNT!

Egregio Dott. Sapia sarei veramente felice di affiancarla in questa crociata, contro La Società Medusa ed il Regista Giuseppe Tornatore, ripeto, non appena avrò letto i contenuti del suo libro, che ho appena ordinato in libreria oggi stesso. Ma se il suo romanzo malauguratamente dovesse risultare essere stato scopiazzato dalla mia sceneggiatura, registrata in SIAE cinque anni prima, sarò costretto a denunciare anche Lei, per plagio, visti i fatti appena elencati ed i successivi in allegato, non mi sembra una storia nitida.

Peraltro consultando il sito Web: Google.it, ho letto, io sottoscritto Pietro, Putignanese, quanto segue: (sebbene ci siano delle ripetizioni, cioè fatti sopra già menzionati) Repetita Iuvant:

Scrive il dott. Giovanni Sapia

Sapia, calabrese, sostiene che la bozza del: “Il Romanzo del Casale” era stata presentata alla casa Editrice Sellerio, la stessa che ha pubblicato la sceneggiatura di Baaria. Inviai alla Sellerio agli inizi del 2007, dice Sapia, il testo del mio libro, ma mi fu restituito, dopo numerose sollecitazioni, nel Febbraio del 2008. Il fatto mi procura grande dolore. Il mio romanzo approdò poi all’Editore Tullio Pironti di Napoli, che in un primo tempo ne annunziò per Agosto 2008 la pubblicazione, che in realtà avvenne, per ragioni che ignoro, solo ad Aprile 2009*, non so dire altro per ora.

Giovanni Sapia, filologo, critico e giornalista, è Medaglia d’oro del Presidente della Repubblica, per la scuola, la cultura e l’arte. Sapia, nel 1978, ha anche ricevuto il “Premio Villa San Giovanni” per la filologia classica. ANSA. Fine del secondo trafiletto, rilevato su Googol, digitando il nome dello scrittore. Intanto ricordo a tutti, che il sottoscritto non ha ricevuto mai così tanti encomi, ma vi assicuro di aver conseguito la Laurea in Sputtaneria Avanzata presso l’ Università la Bocconi Amari di Putignano (Bari). Dopo tutti questi complimenti, mi auguro veramente di collaborare con il Dott. Sapia, per sputtanare insieme la Medusa S.P.A. & C.

Concludo, chiedendo al Direttore del Giornale del Corriere della Sera, Dott. Ferruccio De Bortoli, a cui da un decennio invio via E mail mie notizie, Domanda: come mai non le ha mai Pubblicate? Come sopra specificato, essendo anch’io un letterato laureato, non meriterei comunque le medesime attenzioni?

Se ben ricorda, egregio Direttore, recentemente, tutti i giorni per circa due mesi, ho inviato alla Sua redazione ed ai maggiori quotidiani nazionali ed esteri, dette notizie, che appunto, raccontavano in modo più grave il plagio cinematografico subìto dal sottoscritto, lo stesso dopo due mesi subìto dal dott. Giovanni Sapia, per mano della stessa società Medusa S.P.A. e dallo stesso Regista Giuseppe Tornatore.

Ah! Ferruccio! Dott. cuccuruccuuuu!!!! Che facciamo i soliti ammanicati appassionatamenteeeeeeeee?

Baciamo le Mani ed a Tutti  Buon Natale.

                                                                                                                 Lo Sputtanetor

                                                                                                                  Pietro Sabato

P.S. Aprile 2009* Apro una piccola parente, (ricordando la Buonanima) parentesi, ricordando al Procuratore esaminatore, che fatalmente in questa stessa data, nel mese di Aprile 2009, il giorno 7, il mio amico del giaguaro, Er Macina, certo Pietro Bianca, mi invitava nella Sua Barca, da 25 Metri con doppio timone, doppio motore, e con quattro camere da letto, per incontrare il Dott. Piersilvio Berlusconi, per quagliare la realizzazione del mio film Maccarolo…. Politico da Sempre…. Sceneggiatura inviata per visione al Dott. Piersilvio, qualche mese prima della data predetta. Ma con l’accortezza di aver negli anni precedenti registrata l’opera in SIAE. Evitando l’errore grossolano del Dott. Giovanni Sapia, che come vedremo nei prossimi sviluppi, se pierà tutta la gloria, mentre er sottoscritto sapierà der

Chi capia capia! E chi non capia fa fibia! Latino maccheronico Putignanese e Romanesco… di nuovo Buon Natale

                                                                                                                  Lo sputtanetor

                                                                                                                   Pietro Sabato

Riprendiamo il discorso odierno, quindi Egregia Dott.ssa da questa relazione non ho ricevuto dalle parti in causa, sia dal Dott. Giovanni Sapia che dal Dott. Ferruccio De Bortoli alcun riscontro di collaborazione, ovviamente questo conclamato diniego, mi fa pensare che il tutto sia stata una montatura per far depistare le indagini in un’altra direzione.

Quindi per smascherare questa messa in scena, Le inviai successivamente un’ altra relazione, dove Le chiedevo di indagare sulla data in cui l’ opera di Giovanni Sapia è stata effettivamente registrata, sia in SIAE che presso la Società ISBN, dove viene richiesto il codice a barre per la pubblicazione e la commercializzazione dei libri. Nozioni molti utili e determinanti per provare che tutto questo, ripeto, è solo una messa in scena del De Bortoli, suppongo in combutta con Mediaset, per far depistare le indagini, infatti del mio plagio il Dott. De Bortoli non ha mai fatto cenno nei suoi articoli, sebbene ho inviato alla Sua redazione una moltitudini di E mail, tutte quelle che ho inviate alla Procura, cioè a Lei Dott.ssa Maria Caterina Sgrò. Inclusa quest’ultima che sta leggendo, che ovviamente invierò anche ai maggiori quotidiani Nazionali Europei ed Internazionali.

Di seguito in allegato la mia richiesta del 31 Dicembre 2009.

Domanda: Questa procedura è stata da Lei eseguita? Quando il Dott. Sapia ha registrato in SIAE la Sua Opera? Questa data è determinante, per capire se il tutto sia stata una macchinazione, poiché il sottoscritto ha ricevuto il due di picche da Pietro Bianca i primi giorni di Aprile, quindi se il libro del Sapia è stato registrato nel mese di Maggio 2009, suppongo, ci sia stato tutto il tempo necessario per scopiazzarlo dalla mia opera, quindi è palesemente chiaro che il libro: Il Romanzo del Casale, se questo fosse accertato, ripeto, sarà stato redatto postumo e scopiazzato dalla mia sceneggiatura, difatti leggendo la sinossi di questo romanzo ho notato che la costruzione narrativa è simile a quella della mia sceneggiatura: Maccarolo… Politico da Sempre… e a quella di BAARIA, sebbene gli episodi siano diversi, ma la trama del film è identica. Quindi se il tutto dovesse corrispondere al vero, si tratta di una vera e propria bufala, mal architettata, recando offesa alla umana intelligenza. Un puerile inganno!

Altra domanda: è stata appurata la data in cui è stato richiesto alla Società ISBN, il codice a barre del Romanzo del Casale?

Di seguito per facilitarLe questo compito, sono elencati i numeri Telefonici per acquisire i dati richiesti.

 

Roma, 31 Dicembre 2009

 

Da: Pietro Sabato, Presidente Nazionale del Partito Italiano Nuova Generazione.

Sede in Via Cropani, 49 - 00118 Morena - Roma - Tel e fax N. 067231027.

www.nuovagenerazioneroma.it  e mail  saturdaysrl@tiscali.it  

 

A: SIAE Dott.ssa Costanza Tortù.

Tel. 0659902232 Tel 06 59902232 Fax 0659902319

 

A:Dott.ssa Maria Caterina Sgrò, Procedimento Penale N. 8485/09 presso il Tribunale di Roma II Piano Stanza N.267.

 

A: ISBN Codice a Barre Via Fax 0289280865 Tel 0289280805 E mail  info@isbn.it

 

Oggetto: Plagio Cinematografico: Pietro Sabato, di cui si allega copia documento Patente B – N. RM 4178193C -  legale rappresentante del Procedimento penale in corso in fase preliminare. Titolare del Procedimento Penale N. 8485/09 del 19/10/2009 P.M. Maria Caterina Sgrò del Tribunale di Roma.

Pertanto, il sottoscritto chiede di avere informazioni, circa la certificazione della data in cui è stato registrato in SIAE, il libro del Dott. Giovanni Sapia dal Titolo:

“Il Romanzo del Casale” Editore Tullio Pironti di Napoli.

 

Il sottoscritto rende noto alla Dott.ssa Maria Caterina Sgrò, Titolare del Procedimento Penale N. 8485, che la SIAE non ha accettato la mia richiesta di indagine in oggetto, riferendo che detta richiesta è competenza esclusiva del Giudice.

Pertanto Le chiedo di provvedere a tale mia richiesta, unitamente alla  documentazione riferita alla data in cui il Dott. Giovanni Sapia ha richiesto il codice a barre alla società di Milano, in indirizzo.

Pertanto lo scrivente chiede di essere informato circa gli esiti delle mie richieste, risolutive ai fini delle indagini per risalire alla verità del Procedimento in oggetto, e di essere informato in caso di archiviazione.

In attesa di un Vostro repentino riscontro Vi auguro un Felice Anno Nuovo.

 

                                                                                                                   Pietro Sabato

Riprendendo per la seconda volta il discorso odierno, vorrei informarLa che recentemente sono stato vittima di altri plagi, che attualmente sono al vaglio dei suoi colleghi, Dott, P.M. Monteleone Procedimento N. 2838/ 10 K del 1 Aprile 2010 e del  P.M. Dott.ssa Sereni, procedimento 3401/10 K del 6 Maggio 2010 i cui indagati Sono: Il Presidente della Camera dei Deputati, Gianfranco Fini, accusato dal Sottoscritto parte lesa, in quanto l’Onorevole il 1 Aprile del 2010 ha Costituito il movimento politico denominandolo con l’unico Sostantivo del mio Partito: Cioè: Generazione Italia, invece il Dott. George Becali della Romania, addirittura ha scopiazzato per intero la denominazione del mio partito: cioè: Partito Nuova Generazione Cristiano Democratico, Costituito il lontano Gennaio del 2004.

E per finire in bellezza ci sono altri due casi di plagio che meritano la Sua Attenzione: Il Primo addirittura perpetrato a mio danno nel mio stesso condominio, vertenza che si trascina da circa sei anni e da quattro anni al vaglio del Tribunale di Roma, ultima denuncia risale al 6 Maggio 2010.

Questa controversia ha inizio circa sei anni fa, quando i condomini di una palazzina di appena sei appartamenti, priva di ascensore, di cui il sottoscritto è proprietario di un appartamento, deliberarono insieme all’amministratore, ovviamente senza il mio consenso, una spesa di 35.000,00 euro per il rifacimento di due terrazzini di appena 40 mq. cadauno, in parte condominiali, in quanto calpestati dai due proprietari dei due attici. Attualmente tale vertenza è in fase di opposizione all’ufficio Protocollo del Tribunale ordinario di Roma, al N. 020679 del 6 Maggio 2010.

Il secondo caso è veramente incredibile: Attenzione!!!

Ebbene, per aver regalato dieci magliette pubblicitarie del mio Partito ad una ragazzina di colore Nigeriana, mi è costato circa trentamila euro. Detta procedura attualmente è al vaglio della Corte Suprema di Strasburgo. Un militare per effettuare un fermo amministrativo, verso una ragazzina Nigeriana, che vendeva abusivamente in una spiaggia militare mutande ed affini. Per fatalità, quel giorno questa ragazza indossava la maglietta del mio Partito, ed è stata aggredita da questo focoso agente, che durante il fermo l’ha ferita ad un polso, macchiando di sangue la mia maglietta. Episodio del 2004, dove il sottoscritto si costituì parte civile, in difesa della ragazza nigeriana, purtroppo, come al solito la pratica fu archiviata, ma la sorte ha voluto che recentemente nel Novembre del 2009, il caso è stato riaperto ed attualmente, come sopra annunciato è al vaglio della Corte Suprema di Strasburgo.

I dettagli sono rilevabili nel mio sito Web in date recenti, non vorrei dilungarmi ancora, altrimenti questa mia relazione Le risulterà confusa e priva di alcun nesso logico.

Egregia Dott.ssa, concludo con una ultima domanda:

Secondo Lei, tutto questo costituisce o meno una persecuzione, meglio dire una congiura nei miei confronti, perpetrata su tutti i fronti, persino nelle proprie mura domestiche? Quindi Le consiglierei di ravvedere i Suoi parametri Giuridici, inizialmente espressi, consultandosi con i suoi colleghi sopra menzionati, che sono Giudici di altre storie al sottoscritto riferite, come parte lesa.

Distinti Saluti

                                                                                                                   Pietro Sabato

P.S. Mi rendo disponibile per elencare più dettagliatamente tutti i punti del plagio in oggetto a Lei oscuri, e volendo anche parlare  di altri plagi che ho subìto nell’arco di dieci anni di attività politica, non menzionati in questa relazione.