Roma, 15 Agosto 2008

 

Relazione aggiornata dallo scrivente Pietro Sabato, in occasione di questa festività, augurando agli Onorevoli coinvolti, Buone Feste. Soprattutto al Buon Silvio!

Vale la pena di rileggerla tutta…

 

Roma, 27 Luglio 2008

 

Da: Pietro Sabato, Presidente Nazionale del Partito Italiano Nuova Generazione.

A: Presidente del Senato, Senatore Renato Schifani, a mezzo ANSA

A: ANSA

 

Oggetto: Il Senatore Renato Schifani è schifato dagli eccessivi insulti rivolti alle alte cariche dello Stato della Sua coalizione Politica.

 

CANE NON MANGIA CANE!

 

Egregio Presidente, la settimana scorsa non ricordo bene la data, durante il telegiornale andato in onda su RAI UNO, è stato ripreso di profilo, suppongo non per vanità, per mostrare il suo lato migliore del Suo viso, senza riporto, ma per esigenza scenica, affinché la Sua dichiarazione sembrasse meno aggressiva possibile, sebbene il Suo atteggiamento era eccessivamente schifato, dai recenti e continui attacchi alle alte cariche dello Stato della Sua coalizione politica, ebbene diciamolooo! Trattasi del nostro amatissimo Buon Silvio Berlusconi, ultimamente messo alla berlina dai colleghi dell’opposizione e da elementi esterni.

Intanto chiedo scusa per il ritardato riscontro a questa Sua dichiarazione alquanto intimidatoria, in quanto ultimamente preso dalla preparazione per la stampa del Supplemento Propedeutico, ( già disponibile nel sito Web del mio Partito) alla sceneggiatura contenuta nel libro Maccarolo… Politico da Sempre… pubblicato nel 2006.

Suppongo che la parola elementi esterni, sia riferita alle mie recenti relazioni pubblicate nel mio Sito Web e prossimamente su carta patinata corredata di copertina stampata in BV in quadricromia, ed interni di pagine 56, stampa un solo colore F.to 21 x 29,7. , di cui sono disponibili due copie, volendo gradire, con le dediche personalizzate, una per Lei e l’altra per il Buon Silvio, che potrò farLe recapitare a mezzo il mio carissimo amico Er Macina, Vostro simpatizzante.

Egregio Presidente, mi deve comprendere, non posso spedirle a mezzo posta, perché ultimamente sono rimasto al verde dopo aver pagato alla Agenzia delle Entrate, per tasse arretrate, ben 27.185,00 Euro, di cui Iva non pagata, Irpef e contributi Inail, che il sottoscritto invece credeva di aver già pagate, ma è venuto fuori che dopo venti anni di attività artigianale, l’ultimo anno, avendo fatturato soli 36.000,00 euro, di cui 18.000,00 euro, di lavori eseguiti e la differenza altri 18.000,00, il ricavato della vendita delle macchine da stampa, la mia ipotetica liquidazione.

In sintesi il ricavato della vendita delle mie macchine da stampa, ed oltre, tra interessi esosi e more a volontà, se lo ha pappato lo Stato. Pertanto, veda Lei di parlare con il Suo collega, Ministro Tremonti, Robin Hood, Principe dei Ladri, se con i recenti introiti, circa 200.000.000,00 di Euro, incassati dalla Robin Hood Tax, dai Petrolieri, Banche ed Assicurazioni, potrà risarcirmi, per questa ingiusta e oserei dire azione di strozzinaggio Statale, e La ringrazio anticipatamente per il Suo interessamento.

Concludo, riferendomi poi alle sue lamentele circa il mio comportamento, poco forbito rivolto al buon Silvio Premier Berlusconi, che Lei ritiene gravoso. Il primo, ho solo citato in due diverse occasioni, un famoso proverbio: Cane non mangia Cane! Invece noi esseri umani siamo peggio dei cani, perché nella storia e anche in quella recente si raccontano casi di cannibalismo. Invece nel secondo caso, riferito ai miei panni che il Premier abusivamente ha voluto indossare, con tutti i milioni di euro che si ritrova, senza alcuna invidia, secondo la mia opinione non è colpa mia, se al Buon Silvio piacciono i miei Profumi.

A proposito dei miei profumi, Egregio Onorevole, non posso esimermi di interrompere per alcuni minuti questa relazione, per raccontargliene un' altra del lontano 24 Gennaio 2005, che non ho potuto inserire nel recente supplemento di fine Luglio 2008, perché non sono riuscito più a ritrovarla nel mio archivio, ma successivamente, ed esattamente il 15 Agosto c.a. (2008), per caso digitando il nome Maccarolo nel sito Web di Google, ovviamente non gestito dal sottoscritto, ho ritrovato la mia relazione pubblicata a tutto raggio nel mondo e le relative coordinate. Quindi, volendo consultare la inconfutabile storia è disponibile sia nel sito web del  mio Partito: www.nuovagenerazioneroma.it nella data predetta, che nel sito GOOGLE digitando ripeto: Maccarolo e la successiva digitazione: trova….

Pertanto, come sopra dichiarato, oggi giorno di Ferragosto, mi pregio di inviare a mezzo l’ Agenzia di Stampa di Stato “ANSA”,  questa ritrovata relazione in allegato, agli Onorevoli non colleghi coinvolti, soprattutto al nostro amato Premier Buon Silvio Berlusconi, sperando in questo giorno di festa, di alleviare i Loro cuori, con la mia solita ironia.  Buon divertimento!

 

Roma, 24 Gennaio 2005

 

Lo scrivente è Pietro Sabato, Presidente Nazionale del Partito Italiano Nuova Generazione.

 

Relazione letta dal sottoscritto nella sede del legale della Associazione Codacons, Associazione per la difesa dei diritti degli utenti e consumatori.

Questa relazione è stata rielaborata per renderla più ironica e quindi meno noiosa per chi ascolterà, con la collaborazione di Gelsomino interpretato dal sottoscritto, impersonando il vecchio Vinella, uno dei tanti interpreti della famosissima trasmissione televisiva Indietro Tutta, condotta dal conterraneo Renzo Arbore, che approfitto per salutare, a cui chiedo il permesso di interpretare questo vecchio personaggio, spero mi sia concesso, poiché questa scopiazzatura non ha scopo di lucro, in quanto, sarà divulgata dal terrazzo della sede del Partito Italiano Nuova Generazione in Via Cropani,49 il 13 Febbraio 2005 alle ore 16,30., alla presenza in strada di alcuni cani e gatti randagi. Signor Arbore! Come vede i miei clienti sono tutti portoghesi, quindi non c’è trippa per gatti!

 

Oggetto:

Curriculum Vitae di Pietro Sabato e la stesura del contratto di produzione del Film: “Maccarolo… Politico da sempre…” nel caso si dovesse stipulare con le società sponsorizzatrici, di RAI UNO, Endemol Italia S.P.A. e Mediast S.P.A.

 

Chi Vi parla è Pietro Sabato, di Professione Litografo Imprenditore, artigiano operaio litoimpressore, unico titolare e unico operaio della ditta individuale omonima, altra professione, Presidente Nazionale del Partito Italiano Nuova Generazione, con un unico iscritto e unico Presidente, infine, Autore, Sceneggiatore del copione del Film “ MACCAROLO, Politico da sempre…” e Produttore Cinematografico della Società omonima Saturday S.R.L. con capitale Sociale versato di Euro 20,700,00.

Quindi possiamo definire la persona di Pietro Sabato con quattro parole, il vero Presidente operaio imprenditore, e sarà meglio puntualizzare inoltre che il sottoscritto è stato il primo ad aprire la campagna elettorale delle passate elezioni amministrative, esattamente il 30 Luglio del 2000, sebbene, per motivi finanziari non ha potuto apparire nelle liste elettorali.

Quindi volendo paragonare le condizioni socio economiche del Presidente sottoscritto, (quasi al verde) e quelle del Premier Silvio Berlusconi, il più ricco d’Italia, che dopo circa 8 mesi dal mio esordio in politica, ha avuto la brillante idea di divulgare per la sua campagna elettorale, un manifesto pubblicitario, definendosi come il sottoscritto, cioè, Presidente operaio imprenditore. Quindi lascio a voi stabilire chi è il Vero Impostore. (intervento di Gelsomino), Impostore! Impostore!…, zitto gelsomino, cosa ci vuoi fare se il Premier ha voluto indossare i miei panni, per me è stato un onore.

Intervento di Gelsomino, Che schifo però, io so per certo che lei Presidente fa tante puzzette!!! e poi puzza sempre di sudore…

Basta gelsomino ma che dici mai! Come ti permetti di fare certe affermazioni!

Scusatelo è un bambino, allora riprendiamo il discorso sul curriculum del sottoscritto, Pietro Sabato, Intervento di Gelsomino, sarà meglio puntualizzare, Il Vero Presidente Operaio Imprenditore, Scorreggione!

Ma vuoi stare zitto? Pietro Sabato, inizia l’attività Politica il 5 Maggio 1999, istituendo un piccolo comitato di quartiere, “ Comitato di via Gasperina e Via Cropani”, motivato dal fatto dell’acquisto della prima casa del sottoscritto, in un luogo poco distante dal raccordo anulare di via Anagnina, circondato da due vaccherie con circa una unità di 400 bovini, un centinaio di capponi e altrettante galline, che tutti insieme questi elementi animali, comportano al vicino agglomerato urbano, vari problemi di inquinamento atmosferico, provocato appunto da esalazioni di sterco di giovenche lasciato ad essiccare all’aperto a ciclo continuo, sia d’estate che di inverno, esattamente  come i ghiacciai del polo nord, eterni e perenni.

Dopo appena un anno, visto e considerato che nessuno prende in considerazione le molteplici petizioni del Comitato, il sottoscritto fonda il Partito Italiano Nuova Generazione e il 30 Luglio del 2000 inizia la sua attività Politica come prima detto, aprendo per primo la campagna elettorale, pubblicando nel Sito Web del Partito: www.nuovagenerazioneroma.it il programma politico e divulgandolo con 30000 volantini nella città di Roma.

Viene regolarmente ignorato da tutte le fazioni politiche,( intervento di gelsomino) intanto il Premier Silvio Berlusconi si infila nei panni di Pietro Sabato, definendosi il Presidente Operaio… se lo avesse saputo l’ On. Sirchia gli avrebbe fatto la multa per fumi puzzolenti in eccesso, ma intanto il Premier vince le elezioni.

Dopo alcuni anni di intensa attività politica, da questa falsa investitura del nostro amato Premier, il sottoscritto, come prima accennato nella presentazione, con la collaborazione di alcuni professionisti del settore cinematografico, realizza come Autore la sceneggiatura dell’opera inedita Maccarolo… Politico da sempre…” depositando l’Opera in SIAE e per accedere al finanziamento Ministeriale, costituisce la Società omonima Saturday S.R.L., con capitale sociale versato di Euro 20,700,00, così come stabilito e richiesto dal Ministero dei beni culturali, presieduto dal Ministro Urbani, (intervento di Gelsomino) Pappagorgia, Pappagorgia, Gelsomino Vuoi stare zitto, e quindi il sottoscritto deposita la sceneggiatura del film, corredata di Piano di Produzione e delle relative pratiche burocratiche.

A questo punto, visto e considerato che il Premier Silvio Berlusconi ha vestito volentieri i miei panni di Operaio Presidente Imprenditore Scorreggione, data questa intima situazione di identità, ho pensato bene di far leggere per primo al Premier il Copione del Film Maccarolo, e così tramite una terza persona, sono riuscito a far recapitare il copione direttamente all’interessato.

Non l’avessi mai fatto, l’esito è negativo, il copione dopo 20 giorni mi viene restituito, con un secco diniego “ non sa da fare”, intanto preso il toro per le corna, come ormai sono solito fare e invio il copione ai maggiori produttori cinematografici italiani, e purtroppo ricevo da tutti un secco diniego, suppongo tutti ammanicati con il potere politico, e se L’uomo del monte ha detto no, non se ne fa nulla; (Intervento di Gelsomino) Er Banananas ha detto no!, ma vuoi stare zitto Gelsomino, difatti a conferma di tutto ciò, dopo tre mesi dalla data del deposito dell’opera inedita “Maccarolo” presso il Ministero dei Beni Culturali, il Ministro Urbani, (intervento di Gelsomino) Pappagorgia pappagorgia., cambia la legge, tirando fuori dal cappello magico la nuova normativa sui finanziamenti delle opere cinematografiche, che specifica:

Per accedere al finanziamento Ministeriale, le società produttrici, devono necessariamente avere una Società costituita con un Capitale sociale minimo pari a 40.000,00 Euro, pertanto il Ministero considera invalidati tutti i depositi precedenti, presentati da Società con capitale sociale di 20,700,00 Euro, e infatti, dopo trenta giorni il Ministero restituisce al mittente i copioni, e tra questi anche il film “Maccarolo” della società Saturday in difetto di capitale, che il sottoscritto per motivi finanziari, non ha potuto incrementare, e così, come al solito per l’ennesimo caso, è rimasto fuori dalla scena, come Don Falcuccio, Intervento di Gelsomino, con na mano d’avanti e l’altra dietro…, meglio specificare, senza mutande.

Bravo Gelsomino, questi sono gli interventi che mi piacciono!

Seguono da parte del sottoscritto delle petizioni di protesta, elencando i soprusi burocratici subiti, vergognosamente di carattere razzista, indirizzate per visione alla Procura della Repubblica, ma purtroppo subito dopo viene tutto archiviato.

Intanto La RAI e MEDIASET, si dilettano a scopiazzare qua e là dal Copione Maccarolo e da articoli redatti dal sottoscritto, presenti nel sito Web del Partito, e così scocca la scintilla del Plagio dei diritti d’autore commesso dalle due emittenti televisive nei confronti del sottoscritto.

Quindi, per una pacifica vertenza il sottoscritto chiede:

1) Che venga realizzato il Film Maccarolo, in collaborazione con una delle due emittenti televisive oppure ambedue, con la facoltà di usufruire degli utili ricavati dalla definitiva realizzazione dell’opera, nei seguenti dividendi :

Il 40 % alla Società Saturday S.R.L. con i relativi diritti d’autore nazionali ed esteri se il film verrà esportato, la restante percentuale ripartita in parti uguali per le società sponsorizzatrici e relativa distribuzione nelle sale cinematografiche.

2) Le società sponsorizzatrici per accedere a questo contratto devono versare direttamente all’Autore, Pietro Sabato, la somma di Euro 2.650.000,00 di seguito ripartita:

Al momento della stipula del contratto la somma di Euro 1.650.000,00 con assegno circolare e il saldo, a metà lavorazione del Film, vale a dire, se le scene in totale sono 160, alla ottantesima scena svolta, le Società produttrici sponsorizzatrici devono versare al sottoscritto il restante importo di Euro,1.000.000,00 con assegno circolare.

3) L’intera somma versata al sottoscritto, cioè di 2.650.000,00 Euro sarà scaricata nelle spese globali della produzione Societaria, in questo modo il sottoscritto restituirà alle società sponsorizzatrici la metà dell’importo ricevuto, nel caso il film in fase di distribuzione nelle sale cinematografiche avrà successo incassando molto denaro, al contrario se il film non avrà successo e non incasserà un centesimo, il sottoscritto non dovrà restituire nessuna somma di denaro alle società sponsorizzatrici.

4) La spesa globale del film prevista sarà di Euro 5.000.000,00 con un solo attore protagonista famoso, per esempio Dustin Hoffman, Roberto Benigni oppure Pietro Sabato.

5) Al momento della stipula del contratto societario del Film “Maccarolo”, come prima detto al punto due, le società sponsorizzatrici verseranno al sottoscritto la somma di Euro 1.650.000,00, e la lavorazione del film, necessariamente deve iniziare dopo 90 giorni dalla data della stipula e nel caso le società sponsorizzatrici non rispetteranno questa data, verrà meno il contratto Societario e il sottoscritto sarà libero di realizzare in economia, il film Maccarolo, producendolo da solo con attori non professionisti e quindi rinuncerà al restante saldo previsto di Euro 1.000.000,00 e conseguentemente decadranno tutti i patti societari, riferiti ai punti di cui sopra, alla realizzazione del film, pronto per la distribuzione nelle sale cinematografiche.

In sintesi, le società sponsorizzatrici perderanno l’anticipo versato al sottoscritto di Euro 1.650.000,00.e non avranno alcun diritto alla spartizione degli utili.

6) Nel caso, il film Maccarolo si dovesse realizzare in collaborazione con gli sponsor, rispettando i punti di cui sopra, il sottoscritto verrà obbligatoriamente assunto con la veste di primo Regista e retribuito come tale, e si dovranno rispettare i contenuti del copione Maccarolo, attualmente non corrispondente all’originale depositato, poiché arricchito e modificato dal sottoscritto, negli stessi contenuti in 29 scene e sarà controfirmato dalle parti, affinché non subisca alcuna variazione di sorta (variazioni politiche di parte), è ovvio che il sottoscritto conosce i suoi modestissimi limiti in questo settore operativo, quindi, si limiterà ad esprimere democraticamente la sua opinione su ogni specifica scena e lascerà al Regista tecnico e ai suoi collaboratori dello staff cinematografico, di realizzare in armonia il film “MACCAROLO… Politico da sempre….”

 

Distinti saluti

 

                                                                                                            Pietro Sabato

 

Egregio Presidente On. Schifani, dopo questa esauriente chiarificazione il detto latino maccheronico: Chi capia! Capia! e chi non capia! fa fibia! Non dovrebbe più servire, in quanto il concetto è palesemente chiaro ed inconfutabile, ma il mio maggior dubbio sorge, come Lei Presidente Schifani, possa replicare a suo favore. Credo sia impossibile anche per Lei ottimo oratore a braccio, trovare parole giuste di riscontro a questa mia dettagliata e veritiera storica relazione.

Veda, Egregio Onorevole non collega, io parlo l’italiano e Lei ancora parla con messaggi subliminali cifrati bla bla bla, che a malapena intuisco, grazie alla mia attenta sagacia di vero politico.

Le assicuro che fra non molto non sarò più un elemento esterno della politica italiana.

Questa è una sfida!

                               Distinti  Saluti                                                           Pietro Sabato