Roma, 17 Marzo 2009

 

Lo scrivente invita le Autorità et le Istituzioni in indirizzo a rileggere il tutto in allegato,  poichè sono emersi fatti nuovi:

 

Oggetto: Come far alzare il Pil

 

Roma, 27 Febbraio 2009

Da : Pietro Sabato, Presidente Nazionale del Partito Italiano Nuova Generazione.

A: ANSA

A : Ministro Sviluppo Economico, Claudio Scajola. ANSA

A: Ministro Dell’ Economia, Giulio Tremonti, tenutore dei nostri Conti. ANSA

A: Parlamento Europeo, per l’archivio del Dott. Cougnon Via Fax: 00352 430027072

Egregio Dottore, sostituisca questa relazione con quella precedente, vale la pena, archivioooo!

A: Procura della Repubblica, Piazzale Clodio,12 a mezzo ANSA

 

Dalla Faretra alla Pistola!!!

AH CHIII! VOLETE PRENDERE PER IL CULO!!!

 

Oggetto:

Primo punto: Il Ministro Claudio Scajola chiede ai partiti dell’opposizione di aderire incondizionatamente al ripristino del nucleare nel nostro paese. La domanda sorge spontanea: Ma un italiano su cinquantacinquemilioni ce la farà a dissuadere il Ministro?

Secondo punto: In breve tempo siamo passati dalla Tremonti Robin Hood, Tax,  alla Tremonti Bond: dalla faretra alla pistola di Geims Tremonti Bond.

Il Ministro inizialmente nei panni di Robin Hood scaglia frecce contro le banche, quindi con le buone intenzioni di togliere ai ricchi e dare ai poveri, ebbene dopo pochi mesi il rovescio della medaglia, nella veste di 007 con licenza di uccidere, dando congrui finanziamenti alle banche, che dovrebbero a loro volta, secondo i criteri e codici bancari, preferire finanziare le imprese più affidabili, prosperose ed affermate, in grado di restituire il prestito e quindi sparare con la pistola munita di silenziatore, sulle piccole imprese, cassaintegrati e lavoratori precari, tutti privi di questi requisiti, quindi per loro scatta il due di picche, poichè ritenuti non affidabili dal punto di vista bancario. Sebbene il silenziatore, il rumore percepito dal sottoscritto ha avuto una grave risonanza.

 

Egregi Ministri in indirizzo, sono stato accusato da un Vostro ammanicato, mio amico tennista, Er Macina, di essere alquanto volgare nei miei scritti, ma Voi con le vostre proposte non fate altro che accentuare le mie performance. Dovendo fare un paragone tra il mio comportamento e quello previsto dalla buonanima del Principe De Curtis dall’aldilà, suppongo dopo questi fatti esposti in oggetto, si sarebbe comportato diversamente: Vi avrebbe prima fatti accomodare su una comoda poltrona, avrebbe poi igienicamente cinto il vostro collo con un bavaglino, poi fatto da voi stessi dilatare con le falangi delle dita delle vostre mani l’occhio destro, e salivato il vostro occhio, Sputooo! Invece il sottoscritto che è più educato aggiungerebbe: AH CHIII! VOLETE PRENDERE PER IL CULO!!!

State veramente esagerando, come se tutti gli italiani siano tutti deficienti, ad acconsentire alle vostre incongruenti ed assurde proposte, che invece fra breve tempo, tutti i partiti all’unanimità, si suppone aderiranno allo scempio nucleare, in base alla fetta della torta da spartire. Spero vivamente di smentirmi.

Rispondo prima al Ministro Giulio Tremonti, sebbene il tutto sia stato ben sintetizzato in oggetto,  aggiungerei che non è decoroso spararle così grosse in modo sfacciatamente improponibile. Questa Sua forma di finanziamento favorirebbe prettamente le classi sociali più ricche, praticamente sarebbe l’anticamera per aprire le porte al Vostro federalismo senza regole fisse, che porterebbe nel nostro Paese la corruzione ai massimi livelli, dopo di che inevitabilmente, scoppierebbe la rivoluzione, la guerra civile. Questo sistema di accaparramento dei capitali da parte dei più ricchi, deve finire.

(Esempio* : Disponibile in quinta pagina di questa relazione, poiché avrebbe una doppia valenza di attinenza con un altro episodio, commentato nell’ultima pagina, raffinatamente collegati fra loro.)

Invece per il Ministro Scajola, vorrei far notare che noi Italiani a questa Sua proposta nucleare abbiamo già risposto no 25 anni fa e credo che il 100/100 degli italiani, siano ancora disposti a riconfermare il no e di preferire mangiare pane e cipolla ai vostri politici interessi lucrosi, di installazioni di tromboni nucleari.

A proposito Sig. Ministro, durante la trasmissione Vespa a Vespa andata in onda su Rai Uno ieri sera inoltrata 27 Febbraio, terminata questa mattina alle ore 1,30, Lei ha forse dimenticato di dire quanto ci sarebbe costata la installazione di un solo trombone Nucleare, visto che le intenzioni sono di installarne ben quattro. Evidentemente i costi sono talmente stratosferici che si è vergognato di comunicarli agli Italiani. Invece il sottoscritto a proposito di costi del nucleare, Egregio Sig. Ministro, Le comunico che recentemente una società americana di sondaggi, ha rivelato, che oggi, con le tecnologie a nostra disposizione, è più conveniente investire sull’energia solare pulitissima, che in quella nucleare, in quest’ultima ci sarebbero molti punti a sfavore come costi di installazione e produttività, e non solo, bisognerà considerare poi, il problema delle scorie, che comporterebbero altri elevatissimi costi per lo smaltimento, e inoltre di gran lunga più gravosi, saranno in futuro i costi per la demolizione di questi maledetti impianti, quando fra pochi anni saranno totalmente superati. In ogni caso, traendo le conclusioni, con i denari che Lei Sig. Ministro intenderebbe investire per i Suoi tromboni nucleari, ci consentirebbero di continuare ad attingere energia da altri paesi confinanti per almeno trenta anni, evitando di avere bombe atomiche in casa nostra, per giunta ripeto, evitando il grave problema oneroso di trovare siti sicuri per lo smaltimento delle scorie e soprattutto eviteremmo di sprecare il triplo di denaro occorso per le installazioni di detti tromboni nucleari, per la demolizione degli stessi, quando  ben presto, saranno sorpassati da altre tecnologie meno inquinanti.

Attenzione! Battaglione! Alle sputazzelle oculari del nostro amatissimo compianto!

A conferma di tutto ciò, è stato ampiamente documentato su RAI TRE Domenica 29 Marzo ore 21,30, esattamente dopo 12 giorni dalla data di questa relazione, dove sono andate in onda immagini raccapriccianti, riguardanti la mala sorte toccata allo smaltimento di scorie nucleari in una miniera di sale in Germania, che in primis si reputava un sito adatto e sicuro per tale proposito, poiché  ritenuto impenetrabile da infiltrazioni. Invece si è rivelato il contrario, infatti, attualmente si sono verificate delle infiltrazioni d’acqua, che insieme al sale potrebbero corrodere i molteplici bidoni che contengono le scorie nucleari, quindi attualmente per evitare la contaminazione radioattiva delle falde acquifere di questa regione, bisognerà provvedere alla rimozione immediata di tali scorie da questa miniera ed occorreranno circa venti anni e tanti milioni di euro, per trasferire queste scorie in altri siti più sicuri. Inoltre si è rivelato che questi impianti nucleari costituiscono solo un mezzo di speculazione politica, a danno dei privati cittadini, che in queste località dove sono installati, è emerso secondo statistiche attendibili, una percentuale maggiore di tumori leucemici, soprattutto sui bambini. Vogliamo forse estinguere la razza umana nelle prossime generazioni? Per qualche dollaro in più nelle vostre sporche tasche? Quindi dopo questi fatti, vi esorto a non parlare più di questo argomento, metteteci una pietra sopra, altrimenti farete una pessima figura se in un prossimo futuro accennerete nuovamente questo vostro insano disegno, poiché sarò ancora più implacabile  nelle mie performance.

Ed ora chiusa questa parentesi torniamo a quanto è stato scritto il 17 Marzo scorso:

Inoltre Egregio Signor Ministro, vorrei informaLa che la nostra penisola, come descritto nella mia proposta di legge: Legge Sabato Salomonica, presentata in Cassazione il 14 Gennaio Scorso e Pubblicata nella Gazzetta Ufficiale N.11 il giorno successivo il 15 Gennaio, i cui tredici punti tra cui il nucleare sono disponibili nel sito web del Partito: www.nuovagenerazioneroma.it. dove asserisco che la nostra bella penisola non può mai essere predisposta al nucleare data la morfologia del nostro territorio altamente a rischio sismico. Per non creare allarmismi, nella Legge Sabato Salomonica ho evitato di descrivere dettagliatamente lo stato geologico attuale del nostro territorio, purtroppo dopo questi fatti mi vedo costretto informare gli Italiani e tutti i cittadini Europei, nostri confinanti del rischio che corriamo: Abbiamo due vulcani attivi, L’Etna e lo Stromboli, ma il più pericoloso è il Vesuvio da sessant’anni apparentemente spento, a questo proposito non vorrei fare del Cassandrismo, ma la realtà documentata è che nei meandri della città di Napoli scorre un fiume di Magma rovente più grande del biondo Tevere, che prima o poi esploderà dal Vesuvio, suppongo, con conseguenze veramente catastrofiche, ebbene c’è il rischio che parte della Campania, la città di Napoli inclusa, ciò che ne rimarrà, si stacchi dallo stivale diventando un isola.

Concludo, secondo Lei Sig. Ministro se questo malaugurato cassandrismo dovesse avverarsi fra cento anni, quando noi tutti in quel tempo continueremmo a discuterne in Paradiso, cosa ne saranno delle Sue centrali nucleari? Reggeranno a questo cataclisma? Mi consenta, rinunciate a questo disegno, sicuramente le Nuove Generazioni ne trarranno un notevole guadagno. Noi Ve lo impediremo!

                                                                                                                   Pietro Sabato

 

P.S.: Colgo l’occasione per porgere al Presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, le più sentite condoglianze per la scomparsa della Sua Congiunta.

                                                                                                                   Pietro Sabato

 

Voce narrante del sottoscritto

Riferendomi alla legge Tremonti Geims Bond, riguardante i finanziamenti alle piccole imprese, come la mia Società di Produzione Cinematografica: Saturday S.R.L., praticamente squattrinata, per smentire me stesso, ho chiesto alla Banca BNL un finanziamento di un Milione di Euro, per realizzare il mio sogno, il Film:

Maccarolo… Politico da sempre…

Di seguito la domandina.

 

                                                                                                                 Spett.le   

                                                                                                                 BNL AG. 36 Roma Est

                                                                                                                 Via C. Pisone

                                                                                                                 Roma

                                                                                                                 Raccomandata a Mano

                                                                                                                                                                                               

                                           C.C. Ministero Dei Beni e Delle Attività          

                                           Culturali, Direzione

                                                                                                                 Generale Per Il Cinema                     

                                                                                                                 Alla Cortese Attenzione del

                                                                                                                 Dott. Baistrocchi  E Mail

 

Roma, 9 Marzo 2009

 

Oggetto: Richiesta di Finanziamento Tremonti Bond, per la realizzazione del Film:

Maccarolo… Politico da Sempre…” (Coordinate del deposito presso il Ministero dei Beni e delle Attività culturali: N.14190 – CF-31-04)

.

 

Egregio Dott. Francesco Ielo, Direttore, della Agenzia BNL in indirizzo, Io sottoscritto, Pietro Sabato, in qualità di Socio Unico ed Amministratore Unico della Società: Saturday S.R.L. Vs correntista, coordinate bancarie rilevabili in calce alla carta intestata, avente Sede in Roma, Via Cropani, 49 00118 Morena – Roma, facendo riferimento al deposito, (n. 14190 – CF- 31- 04) della sceneggiatura del film in oggetto, del 24 Marzo 2004, presso il vecchio indirizzo del Ministero dei Beni e Delle Attività Culturali di Via Della Ferratella, 51 in Roma, Vista l’opportunità di usufruire della legge Tremonti Bond, Chiede: Un finanziamento di Euro 1.000.000,00 Un milione, per realizzare in pellicola 35 mm. Il film da 5 anni tanto agognato.

Allego copia confermante della forma Giuridica della Società.

Distinti Saluti

                                                                                    Socio Unico ed Amministratore

                                                                                  Pietro Sabato

 

Voce Narrante del Sottoscritto

Come volevasi dimostrare avevo pienamente ragione…ha vinto il mio scetticismo, ho collezionato un altro due di picche…

 

Roma, 16 Marzo 2009

 

Da: Pietro Sabato, Presidente Nazionale del Partito Italiano Nuova Generazione.

Alias Socio Unico et Amministratore della Società di Produzione Cinematografica Saturday  S.R.L.

A: ANSA

 

Oggetto: Fallita la Tremonti Bond, La Banca BNL, boccia il finanziamento di un milione di euro alla Società Saturday S.r.l., per realizzare in pellicola 35 mm. Il Film:Maccarolo… Politico da Sempre… da cinque anni tanto agognato.

 

Signore e Signori lettori del mio sito web e voi tutti ascoltatori di questa lunghissima prefazione, ebbene quanto avevo previsto nella mia scorsa relazione del 27 febbraio scorso, dove affermavo che la Tremonti bond, per le piccole imprese sarebbe stata solamente una chimera, meglio dire, una vera e propria presa per il culo, che avrebbe infranto le speranze di tanti italiani ricchi di talento, che se invece si fosse concesso loro il veicolo del finanziamento, avrebbero avuto l’ardire di creare nuovi progetti, che avrebbero portato a nuovi posti di lavoro, facendo così  aumentare il famoso Pil dello Stato, ma con questo ennesimo diniego, torneremo indietro, facendo ugualmente innalzare il nostro Pil, ma con una variante, quella manuale.

Passando quindi, dalla Tremonti Bond, alla tremoun bond.

Le cose fai da te caserecce, sono sempre le più riuscite e goderecce.               

                                                                                                                   Pietro Sabato

 

Esempio*: Per confermare che i miei scritti, sono delle sentenze, vorrei rimarcare quanto dichiarato, dal nostro amato Premier Buon Silvio Berlusconi, durante il TG                                                                                                                     di oggi 16 Marzo 2009, sulla veridicità dei finanziamenti elargiti alle imprese. E’ tutto vero, per quanto il sottoscritto abbia potuto indagare, è emerso che effettivamente sono state elargiti finanziamenti ad imprese benestanti, ben ammanicate al potere politico, di 800.000,00 Euro, di cui circa trecentomila a fondo perduto, e per quanto sia trapelato, si suppone che queste imprese ammanicate, fra breve riceveranno la seconda trance, di un secondo  finanziamento di denaro pubblico. Che schifo! Che Schifo! Che Schifo! Che Schifo! Che Schifo! Che Schifo! Che schifo! Che Schifo! Che Schifo! Che Schifo! Che Schifo! Che Schifo! ! Che Schifo! Che Schifo! Che Schifo! 15 Che Schifo, per essere solidale con l’On. Sgarbi con i Suoi 15 Pagato di Benigni…che con questi chiari di Luna, al Festival di San Remo, ha percepito da matrigna RAI 350.000,00 euro per 20 minuti di pettegolezzi. Morale della favola, non mi risulta come dai fatti appena documentati che siano stati stanziati finanziamenti alle piccole imprese, come quella del sottoscritto, che ha appena incassato il millesimo due di picche dalla Banca.

                                                                                                                   Pietro Sabato

  

                                                                                                               

Intervento del Nostro Governatore, Dott. Mario Draghi

P.S.: Per la cronaca e la Storia questa E mail è stata inviata alle Autorità in indirizzo, all’Ansa, ai Maggiori quotidiani Nazionali, Europei ed Internazionali, alle ore 16,50 del 17 Marzo 2009, ebbene dopo tre ore durante il telegiornale, andato in onda su RAI UNO, il Nostro Governatore della Banca D’Italia, Dott. Mario Draghi, evidentemente avrà sicuramente letto l’oggetto di questa relazione: Come alzare il Pil…, ed essendo interessato a questo problema affinché l’ Italia esca subito fuori da questa recessione, con umiltà si è spinto oltre, leggendo tutta la mia relazione, ma è rimasto ingannato dalla grottesca e volgare soluzione del sottoscritto; nonostante ciò, con la Sua solita Classe Manageriale, ha ammonito le classi politiche di elargire i prestiti in modo imparziale, basandosi esclusivamente sulle buone prospettive dei progetti presentati dai diversi individui, evitando favoritismi politici.

Sarà meglio esprimere il concetto con mie parole:

evitando gli ammanicamenti politici.

                                                                                                                   Pietro Sabato