Voce Narrante

Sorpresa, la Rai si esibisce in un pesce d’aprile, ed il sottoscritto ci casca in pieno…

 

Roma, 2 Aprile 2015

DA: Pietro Sabato

A. Trasmissione l’Eredità

 

A: ANSA ed ai maggiori quotidiani nazionali ed internazionali…

 

C.P.C.: Trasmissione: Torto o Ragione a mezzo E mail - in onda Su Rai Uno, alla Cortese Attenzione della conduttrice  Dott.sse Monica Leofreddi e del Giudice Dott,ssa Manuela Maccaroni. Prego di allestire il Patibolo,…per il boia ci sto lavorando, aspetto una risposta dalla Francia. Restiamo in contatto. Stop.

 

 

Primo Oggetto: RAI UNO, pesce d’aprile 2015 riuscito…

 

Carissimi, Calimero e Giancarlo, ci sono cascato in pieno, come descritto in oggetto, ieri 1 Aprile 2015, Calimero e Flavio sono riusciti almeno per mio conto a realizzare a pieno il pesce d’aprile, 2015, con grande stupore della maggioranza dei telespettatori, (invece in dialetto Putignanese alla scrdon) si sono scambiati i ruoli di presentatori, cioè Flavio Insinna lo abbiamo visto alla conduzione dell'Eredità e Calimero a quello di Affari Tuoi, e devo aggiungere che Calimero, presumo per fare lo spavaldo e difendere la categoria, cioè il suo collega BONOLIS, il mattatore maleducato, che nella relazioni di ieri: “La mossa del Cavallo” il sottoscritto lo ha massacrato di accuse pesanti. Quindi, Calimero per solidarietà verso il suo collega, ha mostrato con forza il torace da petto di piccione e si è comportato nella stessa stregua, cioè da maleducato, nei panni di mattatore, prendendo in giro in modo  persistente  un concorrente alquanto diversamente abile nel linguaggio, originario e residente nella località:  Capra Cotta, in provincia della Sgurgola. Proprio in una delle località citate dal sottoscritto, dove desidererebbe ritirarsi in pensione, oppure nd luc della buonanima di  Z Nculen in località Putignano, (BA), ovviamente, se dovessi essere risarcito dalle Istituzioni. Quindi ho ritenuto opportuno difendere a spada tratta un mio eventuale concittadino Sgurgolano. Quindi, Calimero dal sottoscritto è stato bocciato da tale conduzione televisiva. Invece Insinna l'ho visto solo preoccupato di dover lasciare il suo ruolo iniziale di conduttore, dove effettivamente lo ritengo al giorno d'oggi insostituibile per il suo modo elegante ed  umanitario verso i concorrenti. In ogni caso il Pesce d' Aprile è riuscito, ci sono cascato in pieno, ma questa sceneggiata, non mi ha distratto dalla mia proposta iniziale, cioè, quella di sottoporci appassionatamente a core a core alla macchina della Verità, con tutti i personaggi citati dal sottoscritto nella relazione di ieri titolata : La mossa del Cavallo", con il solo scopo di verificare, chi sono i veri Buoi, che dicono cornuto all'asino sottoscritto. Cioè, di verificare chi sono effettivamente i bugiardi patentati oppure chi invece ha sempre detto la verità, come il sottoscritto, durante sedici anni di intensa attività politica.

Concludo, quindi Carissimi Calimero e Giancarlo siete tutti sotto scopa, quindi se entro cinque giorni, non riceverò Vostre notizie Vi aspetta uno Sputtanamento colossale con la divulgazione di 10000 volantini satirici. Quindi, tutti a sottoporci alla macchina della verità, presso la trasmissione, Verdetto Finale, dal Giudice Dott.ssa Maccaroni, altrimenti sarete tutti sputtanati. E che sputtanamento Vi aspetta, al modo ed alla moda di:

Je Suis Charlie, Pierre Samedì. Con una vignetta umoristica che rimarrà incisa per sempre nella storia.

Ciao ed a Presto spero...

                                                                                                   Pietro Sabato

 

Nota:  Si presume che la direzione Rai per distogliere l’attenzione da questa mia ennesima sfida, appena sopra espressa, e conoscendo a priori il fallimento che si sarebbe verificato, se i suoi collaboratori e relativi ammanicati, si dovessero sottoporre alla macchina della verità, addirittura ha escogitato la mossa del pesce d’aprile, cioè, distraendoci tutti, invertendo i ruoli dei due presentatori.

Buona Pasqua

     Fate ammenda che lo Sputtaneor, Pietro Sabato  è sempre in agguato…

 

Nota: di seguito gli allegati inerenti all’intera storia…

 

Roma, 1 Aprile 2015 Ore 15,45

DA : Pietro Sabato

A: ANSA ed ai maggiori quotidiani nazionali ed internazionali.

A: alle tre Istituzioni del Parlamento Europeo, a mezzo E mail

Oggetto: la via Crucis continua!

Altra testimonianza di Plagio, quindi, domanda: chi è il vero bugiardo?

Dal volantino che mi pregio di allegare, redatto e divulgato dallo scrivente il 2 luglio del lontano 2007, si evince dai contenuti, che trattasi del Referendum del Secolo: cioè che riguarda appunto, la permanenza dei Parlamentari sia eletti al Governo, che all’opposizione, per la durata di sole due legislature. Dopo di che tutti a casa a riprendere il lavoro di prima, ed attendere pazientemente l’età pensionabile, come tutti i cittadini italiani, evitando ulteriori privilegi.

Illo tempora, ripeto nel luglio 2007 il volantino è stato divulgato all’Ansa ed ai maggiori quotidiani Nazionali ed Internazionali, per giunta, conoscendo bene i miei polli, nel caso dovessero accreditarsi l’originalità del mio Referendum, per evitare ulteriori plagi di copyright, gia patiti dallo scrivente, in un recente passato, pensai bene di recarmi presso l’ufficio postale di Morena, una frazione di Roma, e chiesi all’ufficiale postale di turno il 18 Giugno del 2007, di apporre nella data odierna il timbro postale sul mio volantino.

Ipso facto!

Attenzione! Battaglione, non è tutto, ascoltate cosa è accaduto il 1 Aprile 2015, facendo sempre riferimento al fatidico Referendum  appena sopra espresso.

Ebbene, il 1 Aprile 2015, dopo otto anni alla chetichella, una Parlamentare di Forza Italia, ha riproposto il mio stesso referendum,  si presume, con il consenso di Beppe Grillo, che  per evitare di essere sputtanato per l’ennesima volta dal sottoscritto, ha pensato bene di passare la patata bollente, ad altrui persona, adottando il vecchio detto romanesco:  “vai avanti tu che a me me viè da ride! E volendo ulteriormente calcare la mano, suonerebbe meglio evocare il modus vivendi di Vanna Marchi: 

cioè, d’accordooooo!

Concluderei quest’altro vergognoso episodio pensando, che trattasi di fumo negli occhi, attenderemo le calende greche, cioè, non vedremo mai questo referendum  approvato  dall’intero Parlamento.

Chi vivrà vedrà.

Ma non è tutto, da tempo mi batto per tramandare alla storia la verità su questa diatriba politica, che invece è stata originata dall’On. Antonio Di Pietro,  e dall’On. Fausto Bertinotti, che illo tempora cioè nel mese di settembre del 2007, dopo pochi mesi dalla mia divulgazione, presero per mano un altro impostore, un certo Beppe Grillo, e lo accompagnarono in Cassazione a depositare per filo e per segno il mio Referendum, (ad litteram) da cui il Beppe impostore, fece forza durante i suoi comizi su questo referendum innovativo, e dopo pochissimo tempo, si presentò in rischiò in Cassazione con 500.000 firme, e dopo un anno, grazie al mio Referendum vinse virtualmente le elezioni politiche, perché fu il partito che singolarmente ottenne più voti, ed oggi gode in Parlamento di circa 170 deputati, ma dopo aver acquisite tutte queste poltrone, di questo referendum non se ne saputo più nulla.

Quindi carissimo Calimero e Giocarlo chi è il vero bugiardo, ed impostore? Domanda: devo invitare a sottoporsi alla macchina della verità, anche l’On. Antonio Di Pietro, l’On. Fausto Bertinotti, Beppe Grillo, ed il buon Silvio Berlusconi?

Concludo, con il permesso di Fabrizio Frizzi, scommettiamo che, nessuno, inclusi Voi due Calimero e Giancarlo, oltre ai personaggi citati nella relazione di questa mattina, (che mi pregio di allegare, poiché ormai sputtanamento più o meno, siete tutti nella melma sino al collo) cioè, tra i più famosi, il Gatto e la Volpe, vale a dire, Bruno Vespa e Fabrizio del Noce, credo che nessuno si presenterà in trasmissione a sottoporsi alla macchina della verità. A Roma se dice:

Ahhhhhhhhh! Busciardoni!

A malincuore l’allegato di questa mattina, e senza rancore

Nuovamente, Buona Pasqua,

 

dal Vostro affezionatissimo, Sputtanetor, Pietro Sabato.

 

 

Roma, 1 Aprile 2015

DA:Pietro Sabato

A: Trasmissione l’Eredità in onda su Rai Uno  - E mail

C.P.C. Per le tre Istituzioni del Parlamento Europeo a mezzo E – mail

C.p.C.: Trasmissione verdetto finale

 

Oggetto: I buoi dicono cornuto all’asino, per cui, il sottoscritto, l’asino, propone ai buoi di sottoporci tutti insieme appassionatamente alla macchina della verità.

 

QUESTA RELAZIONE NON E’ UN PESCE D’APRILE.

 

Carissimi, Calimero e Giancarlo, ormai siamo alla resa dei conti, l’allegato parla chiaro, per forza maggiore Vi ho dovuto sputtanare alle tre Istituzioni del Parlamento Europeo, che questa volta presumo, non abbiano atteso tempo ed appena hanno ricevuto ieri pomeriggio 31 Marzo u.s. alle ore 16,13, la mia relazione in allegato, allarmati Vi hanno subito contattato, ma non conosco cosa vi sarete detto, sicuramente non sarà stata una conversazione di cortesia, infatti Voi tutti, presumo dopo la tiratina d’orecchi, ricevuta dalle tre Istituzioni del Parlamento Europeo, dopo alcune ore, è scattata la Vostra vendetta, cioè, dopo pochissime ore, durante la trasmissione l’eredità, da bravi maleducati mi avete puntato contro il dito, (ricordandoVi per l’ennesima volta che: ADDITARE LE PERSONE E’ CATTIVA EDUCAZIONE)

Ormai puntare il dito è la vostra arma segreta, ed oggi è stata quella di additarmi come un bugiardo patentato, elencando sulla vostra lavagnetta delle opzioni, una miriade di corbellerie, tutte inventate per l’occasione, per denigrare nel modo più dispregiativo un bugiardo.   

A questo punto sarebbe riduttivo continuare a spettegolare come fate Voi con argomenti campati in aria, quindi, facciamo i fatti.

Cioè, Vi chiedo come descritto in oggetto, di sottoporci tutti insieme appassionatamente alla macchina della Verità, in uso da qualche giorno durante la trasmissione: Verdetto Finale, in onda su RAI UNO alle ore 14,05, minuto più, minuto meno., così come si esprime Calimero.

Elenco di seguito i partecipanti, che siano BUOI Oppure eventuali ASINI:

Il sottoscritto, Pietro Sabato, La Bavosa, l’impostore del quinto piano, Del Noce, Amadeus, Paolo Bonolis, Calimero, Giancarlo Leone, ed il grande Gigi Proietti .

Per quanto concerne l’altro messaggio subliminale circa:

La VALLE DELL’ EDEN, non credo sia giunta l’ora per me, di calpestare la fresca e rigogliosa erba del paradiso, attenzione! Non augurate il male ad altrui persona,  poiché potrebbe ricadere su Voi stessi.

A proposito di Valle, ricordo una performance dell’on Veltroni, quando ricopriva la carica di Presidente del Consiglio, ebbene, durante la Sua  campagna elettorale ebbe una idea geniale divulgando una performance pubblicitaria identica a quella del calzolaio della Valle Verde, cioè, Vi ricordate?  Invitava tutti i suoi sostenitori di immaginarsi di percorrere tutti insieme appassionatamente mano nella mano a piedi nudi in una valle verde. Ebbene, era la stessa pubblicità delle scarpe Valle Verde, che andava in onda da anni, infatti il vero calzolaio da quella data non ha più mandato in onda questa pubblicità.

Oh come mi son divertito! Oh come mi son divertito!

Concludo, dopo 16 anni di intensa attività politica. spero di meritare questo spazio e di ricevere presto vostre notizie.

Ah ragazzacci Vi aspetto tutti dalla Maccaroni e dalla Presentatrice della trasmissione Torto o Ragione. Ah Gigi non mancare!

 Buona Pasqua a tutti.

                                                                        Lo Sputtanetor, Pietro Sabato

Di seguito l’allegato sputtanatore

 

Roma, 31 Marzo 2015

 

DA: Pietro Sabato, Curriculum Vitae: Presidente Nazionale del Partito Italiano Nuova Generazione, alias, il FACTOTUM dell’ITALIA, cioè: che si sappiano d’ora innanzi le credenziali dello scrivente:  elencherò le maggiori, cioè: Il vero Promotore della liberazione della Signora Alma Shalabayeva e della Sua figlioletta dagli arresti domiciliari in Kazakistan, e di averLe riportate nel nostro Paese, senza colpo ferire, il tutto è riscontrabile nel mio sito web con prove incontrovertibili e tanto altro che non posso rivelare, perché molto compromettenti per la mia incolumità fisica. Trattasi di soluzioni valide dettate dal sottoscritto, attualmente al vaglio delle Istituzioni.

Ed alcune recentemente già approvate e messe in atto, tra cui:

è ormai notizia ufficiale, grazie alla relazione dello scrivente di 39 pagine del 19 settembre scorso, divulgata ai quattro venti, inviata all’ANSA, al Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, ed al Presidente del Consiglio Dott. Matteo Renzi, gli stipendi degli 8.677 Magistrati coadiuvati da ben 4999 giudici di Pace, in decorrenza dal mese di novembre 2014 sono stati decurtati del 20% . Inoltre le ferie da 45 giorni, sono state decurtate a 30 giorni, come previsto per tutti i dipendenti Statali. Si deduce che le casse dello stato ogni mese risparmieranno ben 20.000.000,00 milioni di euro. Vale a dire che, ogni anno incluse le tredicesime decurtate del 20%, le casse dello Stato risparmieranno ben 260.000.000,00 milioni di euro. Ed aggiungo che tanto altro materiale ancora bolle in pentola.

 

A: Parlamento Europeo, alle diverse SEDI ISTITUZIONALI. A mezzo E - Mail

 

Oggetto: help me please! Ad oggi sono ancora in brache di tela, le Istituzioni Italiane sono sorde ai miei diversi appelli.

 

Di seguito gli allegati di diverse relazioni in ordine di data…

Nota: non escludo che questa relazione prossimamente possa essere divulgata con una tiratura di diecimila volantini.  

Roma, 27 Marzo 2015

DA: Pietro Sabato

A: Trasmissione l’Eredità, in onda su Rai Uno, Calimero e Giancarlo.

Oggetto: commento del sottoscritto su due vostri messaggi subliminali…

 

Carissimi, Calimero e Giancarlo, sono consapevole di essere una persona che nella vita gioca sempre di anticipo, così come mi accade nello sport da giocatore di tennis. Infatti ho fatto domanda al mio circolo, per avere una wild card per gli internazionali d'Italia, anzi se dovesse fallire il mio circolo, chiedo a Voi che state a due passi dal Foro Italico di metterci una buona parola. Pensate, sarebbe una bella zingarata, mi confonderei benissimo fra i grandi tennisti, sembrerei un ragazzino, di 73 anni, perchè ho un lunghissimo codino, nero naturale, che farebbe invidia a te Calimero. Vi assicuro che non farei una brutta figura se dovessi giocare con i primi del mondo, ovviamente per alcuni minuti sarei all'altezza di sostenere i loro scambi, magari con una velocità inferiore. Il secondo messaggio invece mi è sembrato un poco equivoco, non ho capito se trattasi di un commiato, cioè se ci dobbiamo salutare dopo tutti questi mesi di messaggi  subliminali, che spero da ambo le parti ci lascino un caro ricordo, oppure trattasi di peggio, cioè che mi liquidano con una medaglia di cartone e basta. Concludo, vorrei invece pensare che tutto questo mio Calvario politico, finalmente si evolvesse in un pallido ricordo e coronato da un congruo risarcimento.

Ciao, Pietro

Voce Narrante

Altra relazione di riscontro dello scrivente…

 

Roma, 28 Marzo 2015

DA: Pietro Sabato, Presidente Nazionale del Partito Italiano Nuova Generazione.

 

A: Trasmissione l’Eredità, in onda su Rai Uno.

 

Oggetto: commento subliminale dello scrivente. ”La mossa del Cavallo…”

 

Carissimi, Calimero e Giancarlo, di seguito il commento dello scrivente sul maggiore tra i cinque Vostri messaggi subliminali, inviatomi ieri sera 27 marzo 2015.

La Mossa del Cavallo…

Il cavallo è l’unico pezzo del gioco degli scacchi che può scavalcare gli altri. Si muove in un modo davvero speciale, disegnando una L: prima di due caselle in orizzontale oppure in verticale, come la torre e poi di una casella a destra od a sinistra. Un particolare da non dimenticare, che il tennis, lo sport che predilige praticare lo scrivente, è lo sport più difficile del mondo, ed è stato definito comprendere tre attività sportive, cioè, la scherma, la box e dulcis in fundo gli scacchi. Quindi tornando a questo ultimo gioco intrigante, il cavallo che si muove da una casella nera, arriva sempre in una casella bianca e viceversa. Il cavallo può scavalcare qualunque pezzo.

Dal manuale degli scacchi di Mister KARPOV , con il commento di Pietro Sabato.

Saluti, da Pietro

Voce Narrante

Altro messaggio subliminale di altissimo valore morale, inviato al sottoscritto dalla trasmissione l’Eredità…

Roma, 29 Marzo 2015

DA: Pietro Sabato

A: Trasmissione l’Eredità

C.P.C.: SIAE

 

Oggetto: Sogni di Gloria: commento dello scrivente sul vostro messaggio subliminale di ieri sera 28 Marzo u.s.

Aria – Gloria – Combattere – Morto – Salario - la soluzione è stata:  FAME

 

Carissimi, Calimero e Giancarlo, per collegare al meglio il commento odierno, ritengo sia necessario riferirlo al mio messaggio subliminale del 27 marzo 2015, appena sopra espresso.  E’ vero ho peccato di presunzione, meglio dire, nel volermi coronare di gloria, dovendo esibirmi alla tenera età di 73 anni, cioè, addirittura di chiedere una wild card e pretendere di giocare a tennis al foro italico con i giocatori più forti del mondo. Ma ritengo che il tutto sia proporzionale alla fiducia che si ha in se stessi, cioè, nella propria capacità tecnica e fisica, di affrontare tale competizione, per alcuni minuti. Ritengo che vedere un settantatreenne esibirsi con i migliori giocatori del mondo, per voi sedentari della televisione, sareste veramente orgoglioni, e ripeto orgoglioni e non orgogliosi, di vedere un personaggio come il sottoscritto, che con il codino ancora tutto nero ed a questa veneranda età di esibirsi al foro Italico. Aaaaaah! Invidiosiiiii! Inoltre devo confessarVi , è vero, ho una certa carenza di aria, cioè, un leggero affanno, che è stato cagionato dalla politica, che mi stressa fortemente da sedici anni. Poi, a dire il vero, non ho alcuna fame di gloria, o di apparire, ma vi giuro che se non mi sarà riconosciuto il maltolto, che mi consentirà di ritirarmi in campagna dalla buonanima di Zi Nculen, fra pochissimi giorni i 100 mila volantini saranno distribuiti lungo tutto lo Stivale. E lo sputtanamento sarà generale. E’ anche vero che percepisco una pensione da Fame, ma non mi ritengo un Morto di fame, ancora mi rimane un appartamento di proprietà di 100 mq. da lapidare. Invece, per quanto concerne il messaggio subliminale, quello riferito: Combattere la Fame, vi allego un documento firmato da chi ha veramente ricevuto la mia beneficenza, con tanto di attestato di benefattore.

Concludo, inviandoVi anche il mio diploma maccheronico di Laurea in Sputtaneria Avanzata, che ugualmente mi onora tantissimo.

P.S.: per quanto riguarda la scossa delle Professoresse ed il titolo della Vostra trasmissione l’Eredità, sono state tratte tutte dalle mie lontanissime performance politiche degli anni 2000, successivamente tutte relazionate, dove il sottoscritto, alla tenera età di 57 anni, per attirare l’attenzione delle nuove generazioni, cercavo di impormi giocondo con loro a tennis, e durante gli scambi pubblicizzavo le mie finalità politiche, dichiarando di voler loro lasciare in Eredità il mio Partito, e mentre giocavo, per fare valere la mia supremazia nel gioco, il sottoscritto sferrava dei colpi di diritto e di rovescio potenti, da far loro cadere dalle mani le racchette, ed il sottoscritto proferiva la seguente frase: scusami, per caso  hai preso la scossa?

Carissimi è questa la verità e non la farsa che avete mandato in onda ieri sera durante le fasi della trasmissione l’Eredità in cui, sono state menzionate tutte le canzoni di autori famosi in cui viene sovente menzionata la parola: SCOSSA. Mi chiedo, perché non avete menzionato anche le date in cui queste canzonette sono state registrate in SIAE? Vedrete, che risulteranno tutte registrate dopo il 2000, tenendo conto che il mio Partito è stato fondato e registrato in Tribunale, il 16 Giugno del 2000. Sicuramente le canzonette da voi menzionate con il testo : SCOSSA, saranno state registrate in SIAE dopo il 16 Giugno dell’anno 2000.

Inoltre, non è ancora completato il quadro degli sputtanamenti, c’è da inserire quello della  trasmissione dei pacchi:  “Affari Tuoi”, sempre in onda da undici anni su RAI UNO, esattamente andato in onda per la prima volta il 13 Ottobre del 2003, dichiaro che è stata scopiazzata sempre dalle performance del sottoscritto. La trasmissione, attualmente è condotta egregiamente da Flavio Insinna, invece ai primi albori è stata condotta da Paolo Bonolis, un mattatore maleducatissimo che oltre a beffare i concorrenti, dava loro il nomignolo di parassita, basti pensare che in quell’anno nei biglietti della lotteria di capodanno c’era scritta la parola PARASSITA, riferita a chi acquistava il biglietto, ma dopo la mia repentina denuncia alla Procura della Repubblica i biglietti furono tutti ritirati e questa parolaccia fu eliminata, infatti dovetti dimostrai in Procura che il vero parassita era proprio lui, Paolo Bonolis, il Presentatore, che in mezza ora di trasmissione lasciva, scuciva alla RAI parecchi soldini. Infatti dopo le mie molteplici denuncie, la Rai decise di licenziarlo. Denunce tutte rivendicate dallo scrivente e sono tutte reperibili nella data predetta nel sito Web del Partito: www.nuovagenerazioneroma.it. Inoltre, ripeto, trattasi di una ennesima scopiazzatura tratta dal sacco del Maccarolo sottoscritto.

Dulcis in fundo, vorrei evidenziare un altro sopruso di grave entità subito dal sottoscritto, quello della Endemol Italia S.P.A. che con le mie scene, esattamente dalla 137 alla 141 del libro sceneggiatura del film: Maccarolo…. Politico da sempre… ha realizzato il format MAKEOVER che con grande successo ha spaziato per parecchi anni in lungo ed in largo negli USA, lucrando alle mie spalle, per giunta la Endemol ha avuto la faccia tosta di proporlo anche in Italia, ma ha trovato la mia ferma opposizione, ed il Format finalmente è stato sospeso, sia in Italia e si presume anche negli Stati Uniti, ed a oggi ancora sto aspettando la sentenza definitiva dal CSM. Fatalità sono tutte trasmissioni di successo, e messe in onda dopo la Costituzione del mio Partito, cioè dopo l’ anno 2000. Carissimi, Calimero e Giancarlo, è questa la cruda realtà. Mi taglio gli zibidei, se queste non sono delle verità inconfutabili.

Concludo, dopo questi fatti, fossi in Voi tutti ammanicati ai poteri forti, inclusa la Endemol Italia S.P.A. farei volentieri una penitenza di 10 minuti di vergogna, per aver lucrato e scopiazzato dal sacco del Maccarolo sottoscritto, un morto di fame, ma di fama mondiale.

Tutti sanno di Voi tutti…

Saluti,                                           Sabato Pietro, detto anche lo Sputtanetor

 

 

Roma, 30 Marzo 2015

DA: Pietro Sabato

A: RAI UNO, Trasmissione l’Eredità

C.P.C.: SIAE -  HELP ME PLEASE!

 

Oggetto: incredibile ma vero, scacco matto per la RAI, non risponde al quesito scossa, proposto dallo scrivente. Inoltre, la Rai si scusa, citando il detto latino inciso sulle magliette pubblicitarie del Partito Italiano Nuova Generazione:

Mens Sana! In Corpore Sano!”

 

La scommessa è vinta! Gli zibidei dello scrivente sono salvi…

 

Carissimi, Calimero e Giancarlo, presumo che ormai i nostri messaggi subliminali siano arrivati alla frutta, cioè: è il principio della fine, stessa frase attribuita al ministro francese Talleyrand, che l’avrebbe pronunciata quando i primi disastri subiti in Spagna da Napoleone, facevano presagire l’imminenza del Suo tramonto. Così presumo sia decretata la fine, dopo parecchi mesi dai nostri scambi culturali, sottoforma di messaggi subliminali. Dopo questa citazione storica, unitamente al nostro presunto commiato, vorrei concludere con questi ulteriori  sputtanamenti, di seguito descritti.

Ovviamente faccio riferimento alla relazione del 29 marzo scorso, appena a ritroso descritta, prettamente nel postum scriptum, dove invito la RAI a dimostrare, la veridicità che ha originato il titolo della vostra trasmissione l’Eredità e conseguente scossa, per quanto riguarda l’invenzione del rebus e la fase finale della trasmissione la Ghigliottina, è stata ampiamente dimostrato nelle due vignette allegoriche, inviatevi il 21 marzo scorso, che mi pregio nuovamente di allegare in visione per la SIAE, che dimostrano palesemente ed in modo incontrovertibile, che si è trattato della vostra ennesima scopiazzatura estrapolata dalla farina del sacco, di Pietro Sabato.

Quindi ultimato questo duplice sputtanamento, passiamo al successivo, cioè alla fatidica SCOSSA, dove nella relazione in allegato il sottoscritto chiede espressamente alla RAI, quanto segue:

Oggetto: Scossa

Mi chiedo, perché non avete menzionato anche le date in cui queste canzonette sono state registrate in SIAE? Vedrete, che risulteranno tutte registrate dopo il 2000, tenendo conto che il mio Partito è stato fondato e registrato in Tribunale, il 16 Giugno del 2000. Sicuramente le canzonette da voi menzionate con il testo : SCOSSA, saranno state registrate in SIAE dopo il 16 Giugno dell’anno 2000. Mi taglio gli zibidei, se questa non è la verità, carissimi Calimero e Giancarlo.

Infatti oggi, lunedì 30 Marzo 2015, la Rai non ha comunicato le date in cui le canzoni, sopra menzionate sono state registrate in SIAE, quindi, chi tace acconsente, questa è un’altra prova lampante che i testi delle canzoni dove viene menzionata la scossa, sono stati scritti dopo il 16 giugno del 2000. Quindi scopiazzati dalle performance dello scrivente.

Per quanto riguarda la titolarità della Vostra trasmissione l’Eredità, ripeto per l’ennesima volta è stata anch’essa scopiazzata dalle performance dello scrivente, cioè, quando agli inizi della costituzione del Partito, ripeto nell’ anno 2000, lo scopo politico primario del sottoscritto, già avanti negli anni, cioè alla veneranda età di 57 anni, pubblicizzavo le mie finalità politiche, alle nuove generazioni, dichiarando di voler loro lasciare in Eredità il mio Partito. Fine degli sputtanamenti.

Concludo, menzionando le scuse della RAI, di ieri 29 Marzo 2015, celate da un quesito proposto ai concorrenti, durante la trasmissione l’ Eredità, di seguito il testo: è vero che praticare lo sport farebbe regredire le cellule cerebrali? La risposta è stata: non è vero. A questo punto c’è stato l’intervento di una delle professoresse, che con molto garbo ha spiegato: che invece praticare lo sport aumenta di volume il cervello nella scatola cranica, e si evitano molte malattie degenerative, ed ha concluso metaforicamente, con le scuse al sottoscritto, citando il detto latino che è inciso sulle magliette pubblicitarie del Partito Italiano Nuova Generazione:

MENS SANA! IN CORPORE SANO! Subito dopo, c’è stata la reazione contrariata di Calimero che molte volte ha dichiarato di non essere uno sportivo, e per qualche secondo ha fatto lo spiritoso, facendo lo gnorri, come lo smemorato di Collegno.

Non ho altro da aggiungere, Buona Pasqua a tutti,

                                                                        Lo sputtanetor, Pietro Sabato