Roma, 22 Settembre 2007

 

Lo scrivente è Pietro Sabato, Presidente Nazionale del Partito Italiano Nuova Generazione.

 

A: Egregio Dott. Giovanni Sartori a mezzo ANSA

 

A: Comunicato ANSA ( Che ringrazio infinitamente per la collaborazione in tutti questi nove anni di attività politica)

 

Egregio Dott. Sartori, sicuramente si ricorderà del sottoscritto, se ben ricorda qualche mese fa Le ho inviato in RAI Viale Mazzini,14 un plico con raccomandata a mano, contenente il mio libro:

Maccarolo… Politico da Sempre…” , con dedica personalizzata, essendo Lei uno storico di prestigio, suppongo l’abbia letto.

Fatta questa premessa, passiamo alla motivazione di questa mia lettera.

Durante una trasmissione televisiva di ieri, Lei ha dichiarato che il Referendum di Beppe Grillo & compagni, prelude un regime dittatoriale come in passato.

Evidentemente, non ha letto il mio articolo di ieri, 21 Settembre, inviato a Dirigenti della FAO, Istituzioni di Stati Europei, ai maggiori quotidiani e reti televisive di Stato, private e all’ANSA, che mi pregio di allegare, dove con prove inconfutabili mi accredito la paternità del referendum, presentato da Beppe Grillo & compagni.

Ovviamente mi sono sentito coinvolto, sillogismo: “ Il gatto è nero, il prete è nero il Prete è un gatto”,  e quindi è compatibilmente doveroso replicare, difendendo la mia dignità politica e morale.

Pertanto, La invito a consultare nel mio sito Web lo Statuto del mio Partito, che prevede un programma democratico, essenzialmente con la collaborazione di altri Partiti. Peraltro aggiungo che durante questi nove anni di intensa attività politica svolta a tavolino, senza alcun seguito popolare, ho bussato lesinando la collaborazione da parte di tutte le fazioni politiche esistenti sul mercato, poiché di solo mercato si tratta, se hai belle idee te le  scopiazzano, ma non entri a far parte di nessuna coalizione.

Concludo, Egregio Dott. Sartori, un vecchio detto dice: Il pesce puzza dalla testa” e la testa della politica italiana, non è sicuramente quella del sottoscritto.

Spero che vorrà annoverare nella storia questo stralcio di vita politica nostrana. La prego non sono un fascista!

 

Distinti Saluti

 

                                                                                                                                        Pietro Sabato