Correva l’anno 2008, Roma, 25 Febbraio, ore 20,00 – Il 12 Marzo 2008 questa relazione, completa di Volantino Satirico: Er Minestrone dei Quaranta L……” stampato fronte retro è stato inviato:

 

Questa relazione è stata arricchita da un altro episodio, in data 22 Marzo 2008, esattamente:

all’asterisco (attuale*)

 

A: Comunicato ANSA

 

A: Procura della Repubblica Italiana, Piazzale Clodio, 12 – 00195 Roma (Plico Posta Prioritaria)

 

A: Parlamento Europeo,  Sècrètariat Gènèral -  2929 Lussemburg R.R. ( Ufficio Petizioni)

 

Mentre, il 4 Marzo 2008 il testo è stato aggiornato, motivato, si suppone  per una successiva cappellata televisiva del Big Gigi Proietti, durante, la Ficion Televisiva andata in onda su Rai Uno in prima serata il 3 Marzo 2008, per cui converrà rileggere il tutto.

 

Oggetto:

ricordando in questa data e nella stessa ora: in Puglia, un bimbo di dodici anni scivolato nei meandri di un pozzo ad una profondità di 25 metri, salvato dai Pompieri, grazie all’allarme lanciato da alcuni suoi coetanei presenti al momento del grave incidente. Nei meandri dello stesso pozzo, il raccapricciante ritrovamento di due corpicini in fase avanzata di decomposizione, presumibilmente appartenenti ai due fratellini scomparsi nel 2006 a Gravina di Puglia, il cui genitore è in prigione, accusato  della loro scomparsa, ai due genitori divorziati, piena solidarietà da parte dello scrivente, Pietro Sabato.

Dopo questo grave episodio, passiamo ad altri avvenimenti accaduti di carattere allegorici:

la conclusione della recente sceneggiata del 18 Febbraio scorso del big Gigi Proietti con la complicità del nostro Pippo Baudo, altro, elogi al cinquantottesimo festival di San Remo, condotto da Pippo Baudo e l’eclatante progetto di privatizzazione della benzina e affini, nel programma del Leader del PD Valter Veltroni, che da Primo Moschettiere di Roma viene promosso dallo scrivente, a Primo Sceicco Bianco d’Italia della BP, insomma dal PD alla BP il passo è breve…Super, Diesel e GPL.

 

 

 

La relazione del 18 Febbraio scorso di seguito descritta è stata aggiornata in data odierna e per renderla più veritiera, verrà arricchita allegando un altro episodio del lontano 4 Marzo 2007.

Questo aggiornamento è motivato dal silenzio stampa dei nostri amati dello spettacolo, Maresciallo Rocca, Gigi Proietti e del grande Pippo Baudo, che  insieme dopo sette giorni non hanno comunicato alcuna smentita, relativa alle supposizioni  rilevate dallo scrivente di seguito descritte, nella relazione in oggetto, e ricordando il famoso proverbio: “chi tace acconsente”, è facile dedurre che le mie immaginarie supposizioni si siano materializzate in vere e proprie supposte, dirette al sottoscritto con il mezzo Televisivo di Stato, e uscendo un attimino fuori tema, aggiungerei: è una fortuna che Walter Veltroni, er più dei Quaranta L….., non sia ancora riuscito a privatizzare del tutto la RAI, come invece si starebbe accingendo a liberalizzare la benzina, così come da comunicato con testata giornalistica nel Suo stesso giornale ammanicato, quotidiano pomeridiano: “24 Minuti” del 25 Febbraio 2008, a pag. n.5, con la notizia: visto il continuo aumento del petrolio, la proposta della liberalizzazione della benzina, nel programma del Leader del PD.

Quindi, solito metodo dei quaranta L……, prima il bastone e subito dopo la carota avvelenata.

Dopo queste dichiarazioni, il nostro amato Leader, meriterebbe un ulteriore titolo nobiliare:

da Primo Moschettiere di Roma, a Primo Sceicco Bianco del PD, alla conquista del petrolio BP nazionale, (così come viene raffigurato nella doppia veste, in alto nel volantino satirico titolato: ”er minestrone dei quaranta L……”, sperando che abbia suscitato tanta ilarità in voi tutti, amici e nemici lettori.), che facendo le dovute supposizioni e scongiuri, andrà a finire nelle mani delle banche ammanicate, le cui teste di legno, divenuti rispettabili privati cittadini, per contenere la concorrenza, appena pochi centesimi di meno dal prezzo attuale*, quindi si suppone, che la benzina nelle mani dei pirati, potrebbe essere oggetto di miscele strampalate, tali da trasformare le nostre autovetture in friggitorie vaganti, inoltre acquisirebbero ulteriormente un potere smisurato. Vedremo sventolare sul Quirinale la bandiera nera dei Pirati, rinunciando definitivamente al nostro Tricolore.

Avremo un paese di Sceicchi Bianchi, ipotesi plausibile con la scoperta in Venezuela di nuovi copiosi giacimenti di petrolio, dove il due Marzo 2008, il nostro Ministro Dalema, (lupus in fabula, altro importante personaggio di rilievo dei Quaranta L……, che si suppone, per replicare alla mia provocazione, del 25 Febbraio c.a. , vale a dire, sei giorni dopo da questo successivo comunicato ANSA), si è recato per stipulare con il Presidente Venezuelano, Hugo Chàvez, accordi di collaborazione con l’ENI, i cui impianti di raffinazione saranno in grado di fornire benzine e derivati di altissima qualità e una buona parte arriverà anche in Italia, con grande beneficio per gli italiani, così come dichiarato a brutto muso dal Premier, durante il TG delle 20,00 andato in onda su Rai Uno, ripeto il 2 Marzo c.a.

Invece il sottoscritto, replicando, aggiungerebbe: sperando che non avvengano ulteriori episodi di corruzione  politica e mafiosa, come la vergognosa spazzatura ping pong in Campania e nel caso in cui, rifacendo i dovuti scongiuri, si dovesse verificare una ulteriore tetta da mungere, quella del filone d’oro della privatizzazione selvaggia del Petrolio, manovra scellerata, che impoverirebbe ulteriormente le Casse dello STATO, e quindi le tasche degli italiani.

Riflessione: la domanda sorge spontanea, (il Dott. Lubrano permettendo):

Il velista, mister Baffetto d’oro da regata, che ci farà di tutto questo petrolio, se la Sua barca è una barca a vela? Gatto ci cova!!!

Non volendo ulteriormente calcare la mano con la mia solita ironia, colgo l’occasione, per salutare sempre senza rancore tutti:

Il Big Gigi, unitamente al Grande Pippo, che ieri sera a San Remo ha portato sul palco veri Professionisti dello Spettacolo, dalla Bellissima Ungherese Andrea Osvart, alla bellissima mediterranea, Guaccero, mia conterranea, (per piacere), al grandioso Paolo Chiambretti, che ha ravvivato il festival come mai si era verificato in passato e complimenti per la scelta delle canzoni, veramente una scelta oculata.

Devo ammetterlo, è la prima volta che in vita mia non ho fatto zapping guardando un programma televisivo, restando invece collegato sino alla fine, 30 e Lode, Bravi! Bravissimi!

Però ora leggetevi le due relazioni, che sicuramente non sono da meno dell’intrattenimento di Paolino Chiambretti, della bellissima Presentatrice Magiara, del nostro Pippone Nazionale, delle cappellate del Big Gigi e dulcis in fundo, quelle degli Sceicchi Bianchi del PD, Valter Veltroni e baffetto d’oro da regata, On. Dalema, a proposito delle cappellate del Big Gigi Proietti, queste continuano all’infinito, si suppone che l’attore, non avendo avuto argomenti per replicare alle mie provocazioni, si è servito ancora del mezzo televisivo per accennare una presa in giro nei miei confronti, pensate, addirittura dedicandomi una scena macabra nella ficion televisiva: “Il Maresciallo Rocca e l’amico di infanzia” andata in onda il 3 e il 4 Marzo 2008, su Rai Uno in prima serata. Mettendomi in cattiva luce, facendomi apparire un ladro ricettatore, di professione calzolaio, che come nei romanzi, il cattivo finisce ammazzato.

Carissimo Gigi, in questo momento ho già praticato i dovuti scongiuri toccandomi le parti basse.

Però per far  capire meglio agli amici lettori del mio sito web, il tuo arcano disegno, devo elencare alcuni dettagli:

La buonanima di mio padre Vito, era un calzolaio rifinito, e svolgeva la sua attività da molti anni in un piccolo negozio di proprio conto, a Roma, in via Marco Valerio Corvo, 28  (rione Quadraro Cinecittà) e appena andato in pensione, mi ha ceduto il locale, per permettermi di svolgere la mia attività di litografo, per altri 22 anni, e dopo la sua morte e quella della mia mamma Nicoletta avvenuta dopo 12 anni, ho dovuto vendere il locale, cessando così la mia attività, per dividere la proprietà con quattro fratelli.

Fatta questa premessa, è facile paragonare il vissuto del sottoscritto con la storia inscenata dal big Gigi, che da   protagonista nella ficion, riceve in eredità un piccolo negozio dal suo amico Pietro, calzolaio, solo soletto senza affetti famigliari, appena passato a miglior vita.

Quindi ci sarebbe connessione nel sospettoso paragone, tranne che il sottoscritto Pietro non ha seguito la professione di suo padre calzolaio, bensì quella di litografo, e principalmente è ancora in vita.

Carissimo Gigi, suppongo che le nostre età, unitamente a quella del grande Giancarlo Giannini, siano simili, per cui non sappiamo chi sarà per primo a varcare la soglia del Paradiso, intanto tocchiamoci sotto, in ogni caso se le mie supposizioni, dovessero rispecchiare la verità, io ti dico che è molto difficile fare una sola oppure meglio dire una burla, ad un figlio d’arte calzolaio rifinito, perchè a fare le sole o le burle, lui è il RE.

Basti pensare che il sottoscritto in dieci anni di attività politica ha presentato in Procura circa duemila petizioni, tutte elencate nel mio sito web: www.nuovagenerazioneroma.it , senza ricevere un riscontro dalle parti in causa, ed alcuna querela in atto, penso sia il massimo dei primati, includendo questa ultima e piccante relazione.

Intanto, carissimo Gigi, devo farti i complimenti, baci meglio di Nanni Moretti, sebbene sei più anziano, sei veramente sexi, daie giù finchè ce la fai! Però, una ritoccatina alle labbra fossi in te me la farei, leggera leggera, al labbro superiore, come quella di Maurizio Costronzo Show.

Dopo questa ennesima allegra parentesi Vi auguro:   

Buon Divertimento!

Attuale* (difatti, Mercoledì 19 Marzo 2008 dopo 24 giorni dalla data di questa relazione, un esponente di rilievo di un sindacato, ospite della Trasmissione, la Vita in Diretta, su RAI UNO, seduto comodamente con le gambe accavallate, dopo aver interpretato una sceneggiata commovente riferita ad una ragazza che vive una vita di precariato, subito dopo, la bastonata, per alleviare gli animi, arriva la carotina avvelenata per tutti gli italiani,  proponendo la privatizzazione della benzina, come prima accennato dal sottoscritto, pochi centesimi di meno, proprio come preannunciato, esattamente, a 15 centesimi di meno, dal prezzo attuale.

Pietro Sabato lo sputtanetor non si sbaglia mai nelle previsioni politiche. (La buonanima, a questo punto si sarebbe espresso così, sarà meglio chiudere la parente) Buona Pasqua a Tutti gli Ammanicati e non…

 

                                    Il Vostro affezionatissimo Sputtanetor

                                                       Pietro Sabato

 

 

Roma, 18 Febbraio 2008

 

Lo scrivente è Pietro Sabato, Presidente Nazionale del Partito Italiano Nuova Generazione.

 

A : Comunicato ANSA

 

A : Attore Gigi Proietti Presso RAI UNO (a mezzo ANSA)

 

Oggetto:

Presunto appitalamento ( da Pitale*) del Big Gigi Proietti, per un incontro fortuito avvenuto in Campidoglio con il Presidente sottoscritto, nel lontano 8 Ottobre del 2002, e si sfoga alludendo al sottoscritto, raccontando una barzelletta, durante la trasmissione di Pippo Baudo, su Rai Uno: Ieri, Oggi e Domani.

 

Grandissimo Gigi, ieri sera Domenica 17 Febbraio intorno alle 19,50, facendo zapping con il telecomando mi sono sintonizzato su RAI UNO durante la trasmissione, Ieri, Oggi e Domani condotta da un altro Grande della televisione italiana, il nostro Pippo Nazionale, esattamente, mentre stavi raccontando la barzelletta dell’automobilista che rimane in panne, con una gomma bucata, in un luogo isolato, da una parte un Istituto manicomiale e dall’altra, sul ciglio della strada un laghetto, e mentre si accinge a cambiare la ruota, per una distrazione rotola nel vicino laghetto insieme ai bulloni, l’automobilista disperato si guarda intorno e vede attraverso le sbarre del manicomio un matto che si agita e ad alta voce gli dice:

Togli un solo bullone a ciascuna ruota e monta quella di scorta.

L’automobilista meravigliato della istantanea soluzione ricevuta, ringrazia il matto chiedendogli: come aveva fatto, da matto a trovare una soluzione così intelligente ed istantanea, e il risolutore risponde: ”Io sono matto, mica stronzo!”.

Carissimo Gigi, proprio quando hai pronunciato la parola stronzo, in modo aggressivo ho capito che non era una dizione comica, ma una espressione carica di cattiveria, confermata dalla successiva naturale risata sarcastica di Pippo.

Pertanto, suppongo al 99,9 %  che quella bella parola era diretta al sottoscritto, e di seguito le prove:

E’ ormai risaputo che nel mio Libro Maccarolo… Politico da Sempre… tu, (scusami ma essendo anch’io essenzialmente un comico matto, fra colleghi, non riesco a darti del lei), carissimo Gigi, unitamente a Maurizio Costanzo e Leo Gullotta, siete oramai coinvolti in prima persona, perché ci siamo incontrati e conosciuti in Campidoglio, IERI, nel lontano 8 Ottobre del 2002, scena narrata nel libro appena accennato a pag. 135 e volendo approfondire a pag. 142 troverai il sunto della storia ed altre vignette satiriche segnalate, da consultare.

Ebbene, lo stesso libro circa due mesi fa è stato inviato dal sottoscritto con dedica personalizzata al Presidente Francesco Cossiga, allo storico Giovanni Sartori e a quel birbaccione di Pippo Baudo, che ti ha chiamato in TV per bagnarsi il biscottino, meglio dire fare la zuppetta alla Nanny Loy, e darti la possibilità di vendicarti bonariamente ricordando il passato, IERI.

Carissimo Gigi, concludo, mettendo da parte altri screzi del passato, relativi alla pubblicità da te realizzata e scopiazzata dai miei articoli sulla legge dei dico, ( ricordandoti di consultare la relazione del sottoscritto, del 4 Marzo 2007, in allegato, a suo tempo inserita nel sito web del partito e denunciata con un  comunicato ANSA) e facendo riferimento ad un personaggio innamorato, ospite nella recente trasmissione della Maria, “C’è Posta  per Te”, Io ti dico: Ti ricordiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii!!! Si dice… si dice…riferita alla pubblicità del tuo caffè preferito?

Quindi, senza rancore, se vuoi ricevere il mio libro in omaggio con dedica personalizzata, non devi fare altro che alzare la cornetta telefonando al N. 067231027 e in breve tempo riceverai il Maccarolo… Politico da Sempre… e se lo hai già letto e vuoi collaborare come Produttore e Regista alla pari con il sottoscritto, per la realizzazione in pellicola, fammi uno squillo subito, perché sto partendo in Romania per realizzarlo, come vedi non solo gli scienziati italiani si rifugiano all’estero per realizzarsi, c’è anche la fuga del sottoscritto cervellotico stronzo, che come presto tutti vedrete, c’è la farà senza voialtri ammanicati!

Ormai tutti facciamo parte della storia del Maccarolo…, non vedo alcun motivo per essere appitalati… =

*da Pitale, utensile domestico di creta, indispensabile per farla di giorno e di notte, sia il bisognino piccolo che quello grande, ancora in uso in bassa Italia, laddove ancora, nel 2008 non ci sono allacci fognari e acquedotti, mentre alcuni Leaders pensano invece di privatizzare tutta l’acqua del Padreterno, ( in gran parte da tempo già privatizzata) e altri Leaders presuntuosi, di vincere le elezioni politiche del 2008, costruendo ponti lunghi, lunghi e dondolanti…

 

Cordiali Saluti a te  Big Gigi e non ti montare la testa con la nuova serie del maresciallo Rocca, non vorrai arrestarmi per così poco, e porgi un caro saluto al Grande Pippo, che volendo, potrebbe anche invitarmi in trasmissione…….    E quando mai avverrààààà????????

Ah! Pippooooo!!! Potrebbe essere un titolo originale di una canzone per SAN REMO! In bocca al Lupo per tutto, salutami Chiambretti, forse per lui sarà più facile invitarmi alla Sua trasmissione…Marchetteeeeeeeeee!!!

Altro che Miss Litizzetto e Fabio Fazio!!!

 

                                                                                        Pietro Sabato

 

 

Roma, 4 Marzo 2007 (ORE 16,30)

 

Da: Pietro Sabato, Presidente Nazionale del Partito Italiano Nuova Generazione.

A: Procura della Repubblica, Piazzale Clodio, 12 - 00195 Roma - (Posta Prioritaria)

A : Sig.Gigi Proietti a mezzo E  mail  (ANSA)

 

Proietti c’è rioga cor caffè, se suppone che m’ha fatta na seconda cianchetta, scopiazzanno pa  aseconna  vorta dar sottoscritto, precisamenne sur la nova legge dei Pax che mo se dice: Dico.

 

Egregio Sig. Proietti, oggi, ascoltando alle ore tredici su RAI UNO la Sua nuova Pubblicità del Suo caffè preferito, dove ripete consecutivamente “ si dice! si dice!

Stessa coniugazione verbale espressa dal sottoscritto alcuni giorni fa, per denunciare un ennesimo caso di scopiazzatura a mio danno da parte del vecchio Governo, a proposito della nuova legge sui Pax, convertita in: DICO, e mi è sembrato, che Lei oggi, pronunciando per ben due volte “SI DICE! SI DICE!”, mi sono sentito per la seconda volta  scopiazzato.

La prima volta, illo tempora ( tanto tempo fa) con la parola ORAMAI, pubblicizzando sempre il suo medesimo caffè preferito, si suppone, prendendo spunto da una mia espressione storica avvenuta all’interno della questura di Roma, durante un colloquio con un ufficiale di Polizia, i cui contenuti rilevabili a pag. 148 del Libro Maccarolo… Politico da Sempre…e per la seconda presunta scopiazzatura, con la coniugazione: si dice, come sopra accennato, palesemente riscontrabile, dal fatto che recentemente, prima del suo recentissimo e fatidico esordio  pubblicitario del suo caffè preferito, ho inviato via E mail ai maggiori quotidiani e reti Televisive di Stato e private, una relazione dove è provato inconfutabilmente, che la nuova legge sui DICO, in fase di approvazione in Parlamento, l’ho inventata io e non Pippo Baudo, (vale a dire che non l’ ha inventata il vecchio Governo di alcuni giorni fa, successivamente dal Presidente della Repubblica riconfermato), provato appunto, dalle scene n.115 e 116 di seguito allegate, descritte nella sceneggiatura del film Maccarolo… Politico da Sempre… , i cui diritti d’Autore, addirittura sono registrati in SIAE, unitamente a tutti i contenuti descritti nel Libro e volendo abbondare, un’ altra prova è determinata dalla  mia relazione inviata via E - Mail al Suo amico Maurizio Costanzo, dove la legge sui Pax oppure DICO, è dettagliatamente descritta nei minimi particolari, con la dovuta motivazione del Grande Fratello Pietro Sabato, in data d’ oltretomba, del 11 Giugno 2002, rilevabile nella data predetta nel sito Web del Partito, infatti da quella data non c’è stato più bisogno di sprecare denaro per realizzare altre trasmissioni, per  affrontare e risolvere questo antico  problema, ORAMAI dal sottoscritto risolto.

Egregio Sig. Proietti, concludo pensando, che effettivamente le mie rivalse in sede giudiziaria non possono essere accolte, ma posso però dire a tutto il mondo, così come è accaduto nel caso Bonolis, relazione : “ Il Ballo di San Vito” rilevabile nel mio sito Web in data 25 Febbraio 2007, dove dichiaro che il famosissimo Presentatore, per motivi di presunte  varie scopiazzature arrecate a mio danno e per il modo riflesso e contorto di aver commesso il presunto reato di plagio, ho pensato bene di coniugare questo caso ad una disciplina sportiva, ed esattamente a quella tennistica dove si delineano i vari ruoli sportivi: il sottoscritto in quello del Tennista e il Dott. Bonolis, in quello del Raccattapalle, e penso che Lei in questo momento si senta unitamente e totalmente coinvolto.

E’ molto gratificante per me avere ipoteticamente, mentre gioco a tennis due Raccattapalle come Voi!

Breccole! I due Presentatori e Comici  maggiori d’ Italia.

 

Distinti Saluti

                                                                                   Pietro Sabato