Roma, 25 Gennaio 2011

DA: Pietro Sabato, Presidente Nazionale del Partito Italiano Nuova Generazione.

A : Corte Suprema di Cassazione, Seconda Sezione - Vostro Riferimento N. di Protocollo  1094 – 2011 - Num. RIC. GEN.: 1066 – 2011. (Questa relazione è stata consegnata a mano negli uffici del Protocollo della Corte Suprema di Cassazione, in data odierna con il Numero, 1146.)

Questo procedimento è riferito alla relazione dello Scrivente, del 25 Novembre 2010, depositata a mano negli uffici del protocollo della Cassazione il 6 Dicembre 2010 con il n. 25612. Parte Lesa Pietro Sabato.

Controparti: I Condomini di Via Cropani, 49 00118 Roma e relativo Amministratore, per truffa.

Altri invece: per plagio di Copyrigt, di cui L’ON. Gianfranco Fini, dall’Italia, George Becalì, dalla Romania, e dalla Francia, Jean Francaise Cupè, il Numero due del Presidente Francese Nicolas Sarcosì.

C.P.C.: Settima Sezione Penale n. di Prot. 37070 – 2010 – NUM. RIC. GEN.:37070 – 2010 (questa relazione stata consegnata a mano negli uffici del Protocollo della Corte Suprema di Cassazione, in data odierna con il Numero 1147)

C.P.C.: ANSA

Oggetto: Il Tribunale di Roma, Si suppone, abbia Inguattato = (insabbiare documenti) volutamente procedimenti penali compromettenti per coprire illeciti commessi da personaggi ritenuti intoccabili come: l’ On. Gianfraco Fini, dall’Italia, George Becalì,  dalla Romania e Jean Francaise Cuopè, dalla Francia.

IMPOSTORI IN CONTUMACIA…

Si rende noto a codeste Istituzione in indirizzo che, questa mia relazione è da  collegare con il Procedimento, N. 48005/06 R. G. NR; inviato dal Tribunale di Roma il 4 Gennaio 2011, in Cassazione, dove risulta registrato, il 12 Gennaio, i cui riferimenti sono elencati in indirizzo, di cui trattasi di vertenza Penale Condominiale, maturata in seguito all’opposizione del sottoscritto. Inoltre, in questo stesso procedimento, ripeto, condominiale, sono inclusi altri due procedimenti di altra natura, di cui spero di districare la matassa nel miglior modo possibile: L’arcano disguido si è creato perché il Tribunale di Roma, nello stesso procedimento condominiale sopra espresso, senza aver reso conto alla parte lesa, cioè al sottoscritto, Pietro Sabato, ha incluso ed inviato in Cassazione, altri procedimenti, non inerenti allo stesso, cioè: Il Procedimento di plagio di Copyrigt, assegnato al P.M. Dott. Marcello Monteleone, Rif. 2838/10 K, del 1 Aprile 2010, di cui, lo stesso è stato condiviso dal P.M. Dott.ssa Silvia Sereni con il N. di Procedimento 3401/10 K,  il cui stesso numero di procedimento, paradossalmente, è riferito anche al procedimento Condominiale, un vero e proprio pasticcio o minestrone che dir si voglia. Quindi, questi due procedimenti appena menzionati, sono estranei a quello condominiale, poiché, ripeto, trattasi di altra materia, cioè, di plagio di Copyrigt collettivi, di cui il sottoscritto è parte lesa, perpetrati da tre illustri e TITOLATI IMPOSTORI POLITICI, nostrani e di oltre frontiera, in indirizzo ed in oggetto elencati: di cui ripeto, trattasi del Presidente della Camera dei Deputati, dall’Italia: On. Gianfranco Fini, che non è un mio condomino. Dalla Romania, il Presidente del Partito Rumeno Nuova Generazione Cristiano Democratico, George Becalì, anch’egli essendo residente in Romania non può definirsi mio Condomino. Altrettanto dicasi dell’ On. Jean Francaise Cupè, dalla Francia, il numero due del Presidente Francese, Sarcosì. Tutti e tre gli illustri personaggi, ripeto accusati dal sottoscritto di plagio di Copyrigt, per aver denominato i loro rispettivi partiti politici, o associazioni politiche che dir si voglia, con il sostantivo Generazione, acquisito dal Partito Italiano Nuova Generazione, costituito dal sottoscritto Presidente, Pietro Sabato, in ROMA, il 16 Giugno del 2000. Quindi avendo antecedentemente il diritto di COPYRIGT, rispetto ai sopraccitati impostori. Spettabile Corte Suprema di Cassazione, avendo sopra espresso inequivocabilmente questo altro Procedimento Penale, di plagio di Copyrigt, dove palesemente si evince dai fatti sopra esposti e dagli allegati precedenti, sommandoli tutti insieme, sembra rivelarsi, una mega congiura ben conclamata a danno dello scrivente, abbastanza evidente, ricordando a questa Corte, che questo procedimento Penale collettivo, condominiale e di Copyrigt, non è l’unico di cui il sottoscritto è vittima, bensì ce ne un altro precedentemente affidato al Giudizio della Settima Sezione Penale, di cui i Vostri Riferimenti Sono: Prot. N. 37148 / 2010 Numero di Ricezione Generale 37070/ 2010, la cui prima udienza è fissata per il 13 Maggio 2011. Quindi, questa congiura politica per finire il suo corso, si è insinuata persino in casa del sottoscritto, avendo subìto angherie anche nel mio stesso condominio, si presume, per cercare di sfrattare il sottoscritto e far perdere le tracce, di tutti questi procedimenti. Questa infame procedura è in uso da facinorosi, dagli albori della nostra Democrazia, è quindi ora di cambiare le carte in tavola, cioè la legge. Per cui chiedo alla Seconda Sezione Penale di ricevere una sentenza di colpevolezza risolutiva pecuniaria da detti procedimenti, di cui sono REI i seguenti imputati: i miei condomini, unitamente all’amministratore, per truffa e associazione per delinquere di stampo mafioso, dai quali come risarcimento chiedo Euro 40.000,00, per danni morali e materiali; i primi, per aver subito vessazioni da cinque anni, e materiali, in quanto i costi per la ristrutturazione dei due terrazzini condominiali sono stati gonfiati esageratamente. Inoltre, chiedo di essere risarcito dai tre Eccellenti Impostori elencati in oggetto, accusati di Copyrigt, i cui costi, vengano quantificati da codesta Istituzione. Unitamente per le stesse motivazioni di copyrigt, rivolgendomi alla Settima Sezione di Cassazione in Indirizzo, vengano condannate le Società: RAI, Radio Televisione Italiana S.P.A., La Endemol Italia S.P.A. e La Medusa S.P.A., poiché fatti alla mano, evidenziando tutta la documentazione precedentemente inviata dal sottoscritto, a questa Istituzione, dove emerge che tali Società, si siano difese con chiacchiere e zero fatti, che quindi, si proverebbe inconfutabilmente la loro piena colpevolezza. Si spera che tutti questi personaggi, non si avvalgano di rinvii, oppure per alcuni personaggi, addirittura del “Legittimo Impedimento”, facendo sì che il sottoscritto, dovesse fare la fine del compianto Antonio Meucci, invece spero che sia adottato da questa Corte una repentina condanna in contumacia.

(Codesta Istituzione per ben valutare questo ultimo plagio, anch’esso collettivo, subìto dal sottoscritto, dovrebbe tenere conto che, per realizzare il Film: Maccarolo… Politico da Sempre… occorrerebbero Euro 3.800.000,00, come da Piano di Produzione depositato presso il Ministero dei Beni Culturali il 29 Marzo 2004, quindi, da quella data troppo tempo è passato, ed i costi sicuramente saranno lievitati. Pertanto chiederei un aggiornamento dei costi maggiorato del 20%. Altresì è mio dovere informare che il Film: Baaria, scopiazzato dal mio Film: Maccarolo… Politico da Sempre…, è costato ben 27.000.000,00 di Euro. Un costo molto elevato trattandosi di una parodia! Inoltre chiedo che mi siano riconosciuti i diritti di Autore, della trasmissione televisiva: L’Eredità, in onda su RAI Uno, e del Format Televisivo, della Società Endemol Italia S.P.A. , Home Edition Makeover, che va in onda negli Usa. Concludo, ricordando il primordiale passo del Vangelo che si esprime così: Chi costruisce in Casa d’altri, perde Pietra e Calce.

DURA LEX! SED LEX!                                                                           Pietro Sabato

 

P.S.: Sono spiacente per aver creato questo miscuglio di procedimenti, ma il vero imbroglio è partito dal Tribunale di Roma, suppongo che questo mio sputtanamento, sia stato l’unico modo per districare questo ginepraio di procedimenti.                                                                                      

Gentili Signori, questa relazione è stata inviata via E mail, come sempre, in primis all’ANSA, ai maggiori quotidiani nazionali, europei ed internazionali e successivamente in modo errato è stata inviata il 25 gennaio agli stessi, in video camera You Tube. Dovete comprendere la mia situazione, basti pensare che alla tenera età di cinquantanni ho dovuto imparare a nuotare per problemi fisici, e a sessanta a navigare per motivi politici. Pertanto mi scuso per il disagio che Vi ho creato. Spero che ora questo video sia OK, augurandoVI una buona visione. 

Cordiali Saluti                                                                                                                                 Pietro Sabato